"Maria si alzò e andò in fretta" (Lc 1,39): questo versetto del Vangelo di Luca, che parla della Visitazione di Maria alla cugina Elisabetta, sarà il tema della Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Lisbona dall'1 al 6 agosto 2023.


Papa Francesco - GMG Cracovia 2016

Maria si alzò e andò in fretta (Lc 1,39) è la citazione biblica scelta da papa Francesco come motto della Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà per la prima volta in Portogallo, nella capitale Lisbona, dall’1 al 6 agosto 2023. La frase biblica apre il racconto della Visitazione (la visita di Maria alla cugina Elisabetta), episodio successivo all’Annunciazione (l’annuncio dell’angelo a Maria che sarebbe stata madre del Figlio di Dio, tema della GMG a Panama).

Durante la conversazione dell’Annunciazione, l’angelo dice a Maria che sua cugina, ritenuta sterile, è incinta. Dopo aver risposto all’angelo Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola (Lc 1,38), è allora che Maria parte per Ain Karim, un villaggio vicino a Gerusalemme dove Elisabetta viveva e attendeva la nascita di Giovanni, che sarebbe diventato San Giovanni Battista.

Maria di Nazaret è la grande figura del cammino cristiano: ci insegna a dire di sì a Dio.

Nell’episodio biblico della Visitazione, l’atto di alzarsi in piedi presenta Maria sia come donna di carità che come missionaria. Partire in fretta rappresenta l’atteggiamento indicato da Papa Francesco per la GMG di Lisbona: «che l’evangelizzazione dei giovani sia attiva e missionaria, perché così riconosceranno e testimonieranno la presenza del Cristo vivente».

Rivolgendosi in particolare ai giovani, e sfidandoli ad essere coraggiosi missionari, il Papa nell’Esortazione apostolica Christus vivit scrive: «Dove ci manda Gesù? Non ci sono confini, non ci sono limiti: ci manda ovunque. Il Vangelo è per tutti, non solo per alcuni» (CV 177).

Ti potrebbero interessare anche: