Redazione

NOTIZIE UTILI Almenno San Salvatore dista una decina di chilometri da Bergamo, allo sbocco della Valle Imagna, delimitato a oriente dalla scarpata del fiume Brembo. Per raggiungerlo si pu� percorrere la statale 342 Bergamo-Lecco; provenendo dall�autostrada A4 si pu� uscire a Capriate e proseguire in direzione Ponte San Pietro. Un servizio di autobus collega Bergamo con Almenno.Il santuario della Madonna del Castello e l�adiacente chiesa di San Salvatore sono aperti tutti i giorni, ma per verificare le modalit� di visit� � bene contattare il cappellano don Angelo al numero 035.64083.   La chiesa di San Giorgio
Chi ama l�arte medievale ha in Almenno una meta del cuore. � davvero straordinaria, infatti, la concentrazione di testimonianze romaniche in questa parte della provincia bergamasca, a cominciare da quel bellissimo tempio di San Tom� di cui gi� abbiamo parlato su queste pagine qualche tempo fa. Un�altra gemma del tesoro almennese � senza dubbio la chiesa di San Giorgio, che sorge in aperta campagna, tra prati e vigneti, all�incrocio dei due assi viari dell�antico reticolo romano. Eretto verso il 1150, l�edificio ha una sua misurata imponenza, che si esprime soprattutto nell�equilibrio interiore delle tre navate e nella maestria con cui � realizzata la parte absidale. Notevolissimi sono anche gli affreschi, che a pi� riprese, tra la fine del XII e la prima met� del XIV secolo rivestirono la basilica di un variegato manto policromo, oggi soltanto in parte conservatosi, ma che resta punto di riferimento per la conoscenza della pittura bergamasca d�et� medievale. La chiesa, lo si � detto, � dedicata a san Giorgio, cavaliere e martire, uccisore di draghi e salvatore di fanciulle. Che sia allora di un drago, quell�enorme �costola� che pende da tempo immemorabile sopra l�altar maggiore? La voce popolare vuole proprio cos�…  Situata all�incrocio di antiche strade romane, la chiesa di San Giorgio sorge isolata tra i campi: un�altra gemma dello straordinario patrimonio artistico di Almenno, �capitale� lombarda dell�architettura romanica.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi