Redazione

La Val Camonica è celebre in tutto il mondo per le sue incisioni rupestri, straordinario patrimonio “lasciato” dagli antichi Camuni a partire dall’età Mesolitica (ottomila anni prima di Cristo).
Capo di Ponte, in particolare, si trova al centro di questo straordinario “parco” archeologico, visitato ogni anno da migliaia di turisti. In queste pagine, tuttavia, noi proponiamo la “riscoperta” di un’altra ricchezza storica e artistica di questo territorio: le due chiese di San Siro e San Salvatore, straordinarie testimonianze dell’architettura romanica in Lombardia.

Per visitare la pieve di San Siro bisogna rivolgersi alla locale Pro Loco (tel. 036.442080); per accedere al monastero di San Salvatore, oggi proprietà privata, bisogna accordarsi con la famiglia Squaratti (tel. 036.442389).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi