Dall'inizio dell'anno sono state 45 le aggressioni ai vigili urbani. Poliziotti, carabinieri e vigili sorveglieranno Trenno, Cassinis e Galli, aree verdi ambite da italiani e stranieri per trascorrere la domenica pomeriggio in città. Sono in prevalenza i sudamericani i protagonisti di incidenti e scontri nei parchi.

3400 - incroci
Redazione Diocesi

Poliziotti, carabinieri e vigili sorveglieranno Trenno, Cassinis e Galli, aree verdi particolarmente ambite da italiani e stranieri per trascorrere la domenica pomeriggio in città durante la stagione calda. Sono in prevalenza i sudamericani i protagonisti di incidenti e scontri nei parchi. Si ritrovano nel verde verso il tardo pomeriggio o alla sera. Bevono birra, ballano con la musica a tutto volume. E poi arrivano le liti: a farne le spese sono i cittadini che passeggiano tranquilli. Nel 2006 se ne sono contate 159 per un totale di 3.645 giorni di prognosi. Per questo è importante potenziare i controlli.

di Cristina Conti

Parchi milanesi blindati. Poliziotti, carabinieri e vigili sorveglieranno Trenno, Cassinis e Galli, aree verdi particolarmente ambite da italiani e stranieri per trascorrere la domenica pomeriggio in città durante la stagione calda.

Sono in prevalenza i sudamericani i protagonisti di incidenti e scontri nei parchi del capoluogo lombardo. Si ritrovano nel verde verso il tardo pomeriggio o alla sera. Bevono birra, ballano con la musica a tutto volume. E poi arrivano le liti: a farne le spese sono i cittadini che passeggiano tranquilli.

Dall’inizio dell’anno sono state 45 le aggressioni ai vigili urbani da parte degli extracomunitari. Nel 2006 se ne sono contate 159 per un totale di 3.645 giorni di prognosi. Per questo è importante potenziare i controlli.

«Dopo gli ultimi episodi al Parco Cassinis e Galli si è reso necessario e indispensabile il rafforzamento del presidio nelle aree verdi per garantire il rispetto delle regole ed evitare l’aggravarsi della situazione», spiega il vicesindaco Riccardo De Corato. Una risposta concreta ai milanesi che da sempre chiedono iniziative di sicurezza nei parchi e nei luoghi di ritrovo durante la stagione estiva.

Le squadre dei vigili impegnati nell’operazione “Verde sicuro” (10 uomini in tutto) avranno il supporto di Polizia di Stato e Carabinieri, con un presidio fisso dalle 13 alle 24. Saranno 10 i carabinieri che opereranno al Parco di Trenno e altrettanti poliziotti al Galli. Mentre il Parco Cassinis sarà sorvegliato da 10 poliziotti e altrettanti vigili.

Necessità condivisa anche da parte degli stranieri. La scorsa settimana, infatti, il Centro di integrazione della Comunità Peruviana ha inviato una lettera di solidarietà ai vigili feriti al Parco Cassinis, prendendo la distanza dagli episodi di violenza e condannando la condotta irresponsabile di pochi, che «hanno causato un vero e proprio danno irreparabile alla comunità».

Rispetto e convivenza civile sono dunque gli obiettivi dell’iniziativa. Ma l’osservanza delle regole e la buona educazione devono essere reciproche. «Sui problemi dell’immigrazione, bisogna smetterla col linguaggio dello scontro. L’integrazione è possibile e i modelli positivi ci sono già. Per il futuro studieremo anche come dare assistenza legale alle famiglie rom che dovessero subire aggressioni o insulti immotivati», commenta don Virginio Colmegna, presidente della Casa della carità.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi