IMG_5917

Da martedì 8 settembre 2015 ha iniziato l’attività l’Ufficio diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati, costituito ad experimentum per un triennio con decreto, il 6 maggio 2015, dall’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola per accompagnare le persone il cui matrimonio è andato in crisi.

Dopo l’avvio sperimentale, l’Ufficio diocesano per l’accoglienza dei fedeli separati deve essere considerato in modo stabile un Ufficio di Curia secondo quanto disposto nella parte corrispondente dello Statuto della Curia Arcivescovile di Milano.

L’attività dell’Ufficio è attualmente arricchita dalle indicazioni della Esortazione apostolica postsinodale di Papa Francesco Amoris Laetitia e del motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus per la fase pastorale da svolgersi in vista di una eventuale causa di nullità matrimoniale.

I compiti dell’Ufficio nella promozione della formazione terranno conto anche delle possibilità introdotte con l’Istruzione sugli studi di Diritto Canonico alla luce del processo matrimoniale del 29 aprile 2018.

Il personale dell’Ufficio riceve su appuntamento in tre sedi differenti: a Milano, in Arcivescovado, in piazza Fontana 2 (lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì); a Lecco, presso la basilica di San Nicolò (martedì); a Varese, presso la basilica di San Vittore (giovedì).

Per prenotare i colloqui occorre telefonare alla segretaria dell’Ufficio al numero 02.8556.279 dalle 9 alle 12.30 da lunedì a venerdì.

Per contattare l’Ufficio è a disposizione anche l’e-mail     accoglienzaseparati@diocesi.milano.it