Francesco ha rivolto un pensiero ai lavoratori del settore, tra i più colpiti dalla pandemia. Lo ha fatto durante la preghiera mariana di mezzogiorno

Francesco

Nella data ad essa dedicata (27 settembre 2020), il Santo Padre – durante l’Angelus domenicale – ha espresso vicinanza a chi vive di turismo. La nota di calendario – «oggi ricorre anche la Giornata Mondiale del Turismo» – ha lasciato subito spazio alla considerazione preoccupata che «la pandemia ha colpito duramente questo settore, così importante per tanti Paesi». La condivisione, tuttavia, non si è fermata al solo dato di fatto, ma si è aperta anche ad espressioni di speranza: «Rivolgo il mio incoraggiamento a quanti operano nel turismo, in particolare alle piccole imprese familiari e ai giovani. Auspico che tutti possano presto risollevarsi dalle attuali difficoltà».

Ti potrebbero interessare anche: