Modalità di richiesta

fedi

COMUNICATO AI PARROCI
RELATIVO AL CERTIFICATO CONTESTUALE O CUMULATIVO
(cittadinanza, residenza, stato civile)
CHE I NUBENDI DEVONO PRESENTARE AI FINI MATRIMONIALI
GIÁ RICHIESTO CON NOTA CEI DEL 15 MAGGIO 1999

Poiché alcuni Parroci di Milano e del Forese hanno segnalato la difficoltà, a partire dal nuovo anno 2021, da parte dei nubendi nel produrre il certificato anagrafico cumulativo contestuale di cittadinanza, residenza e stato civile (ai sensi dell’art. 33 DPR  30.05.1989, n. 223) necessario per un riscontro dei dati anagrafici civili con quelli religiosi, di concerto con lo Stato Civile del Comune di Milano, si comunica che le possibilità da parte dei nubendi (sia residenti che non a Milano*) per ottenere il suddetto documento sono le seguenti:

  1. Allo sportello Anagrafe del Comune di Milano (previo appuntamento) richiedendo il certificato cumulativo e pagando direttamente 16 euro della marca da bollo e i diritti di segreteria;
  2. Nelle edicole convenzionate della città di Milano (sempre ad uso bollo)
  3. On line dal sito: https://www.comune.milano.it/fascicolo-del-cittadino/i-miei-dati/richiesta-certificati-online (selezionando come scelte sul tipo di certificato una ad una queste caselle: NASCITA, STATO CIVILE, RESIDENZA, CITTADINANZA e uso bollo connessuna destinazione specifica”, apponendo poi un solo bollo da 16 euro). In questo caso non si esigono diritti di segreteria, poiché il cittadino supporta direttamente i costi di stampa del certificato.
  4. Non è ammessa la autocertificazione, che riguarda la Pubblica Amministrazione ma non l’ordinamento giuridico canonico.
  5. Per quanto attiene alla marca da bollo, si specifica che essa non è richiesta esplicitamente dalla CEI. Se si tiene conto, però, che la verifica di elementi relativi alla condizione anagrafica personale è necessaria per assicurare la stessa validità del matrimonio canonico che si intende celebrare, l’eventuale onere fiscale previsto per il rilascio del suddetto certificato da parte dell’Ufficio Anagrafe del Comune è compensato dall’importanza di tale ragione.

*a patto che il Comune di residenza del/dei nubendo/i fuori Milano sia già inserito nel circuito informatico ANPR (Anagrafe Nazionale Popolazione Residente)

Ti potrebbero interessare anche: