Alle 12 davanti alla Centrale un momento interreligioso organizzato dai City Angels. Alle 21 al mezzanino della M1 a Porta Venezia celebrazione eucaristica promossa dalla Ronda della Carità

Alla vigilia di Natale a Milano due appuntamenti di preghiera dedicati ai senza fissa dimora.

Alle 12 in piazza Duca d’Aosta, davanti alla Stazione Centrale, un momento interreligioso organizzato dai City Angels. Si inizierà con la Messa celebrata da monsignor Franco Buzzi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana. Dopo il Padre Nostro, recitato tenendosi tutti per mano, ci sarà una preghiera musulmana, da parte dell’imam Mohsen Mouelhi, e una ebraica, da parte di Daniele Nahum, già presidente dell’Unione Giovani Ebrei d’Italia e vicepresidente della Comunità ebraica milanese. Seguiranno la distribuzione di colombe, dolci e bevande, realizzata in collaborazione con Coop Lombardia e con Human Heart Association e la musica della Banda degli Ottoni a Scoppio, uno dei simboli dell’impegno sociale di Milano. I City Angels invitano i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e di spiritualità. Magari portando una colomba, da donare a un senzatetto, per vivere insieme il vero spirito del Natale

La Messa alle 21 della vigilia di Natale è una tradizione per Ronda Carità e Solidarietà Onlus, che da anni condivide questo momento con i senza dimora, i volontari e i cittadini che vogliono manifestarsi vicini a chi non ha una famiglia, proprio nel giorno dedicato a far festa in famiglia. Da sempre anche il luogo della Messa, celebrata dai frati del Centro Sant’Antonio, vuole essere un simbolo: come lo scorso anno l’Atm – Azienda Trasporti Milanesi – concede l’utilizzo del mezzanino della metropolitana della fermata M1 di Porta Venezia. Un luogo di passaggio, non abitato, che diventa un luogo accogliente perché vissuto con lo spirito natalizio. La Messa sarà animata dai canti natalizi e a seguire ci sarà un rinfresco per i senza dimora, offerto da cittadini/volontari per un giorno – singoli, coppie, amici e famiglie – che a casa prepareranno del cibo porzionato. È una Messa aperta a tutti coloro che lo desiderano, per testimoniare condivisione e attenzione a chi vive per strada e spesso passa inosservato o viene ignorato, perché la vera povertà è quella di chi si volta per non guardare, mentre i gesti di attenzione agli altri danno valore alla vita di tutti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi