Sport, teatro, impegno politico, doposcuola, musica: numerose le forme di espressione della parrocchia di San Michele Arcangelo. La Cooperativa San Filippo Neri si occupa dei più bisognosi

di Cristina CONTI

Don Giancarlo Greco

Sport, cultura, attenzione per il prossimo. Sono tante le attività che si svolgono abitualmente nella parrocchia di Precotto. «La nostra realtà è molto ricca di espressioni, che vedono una buona partecipazione da parte dei fedeli», commenta il parroco don Giancarlo Greco. La più imponente è la Rgp, un’associazione sportiva nata addirittura ottant’anni fa come realtà giovanile dedicata al calcio e alla pallavolo e interna al Csi. Oggi conta più di 350 iscritti, con presenze a livello regionale e nazionale.

A livello parrocchiale è molto sviluppata anche l’attività teatrale con l’Associazione “La Diligenza”. Questo gruppo mette in scena spettacoli e commedie in dialetto e in italiano. E il prossimo 24 ottobre al Teatro Gorla organizzerà una serata dedicata al tema della Grande Guerra.

L’impegno sociale e a favore del territorio è rappresentato invece dal “Comitato sociopolitico” di quartiere. «In collegamento con il Consiglio di zona e il Consiglio comunale cura gli aspetti urbanistici, sociali, architettonici e di sicurezza della nostra zona e si avvale di una pubblicazione on line e cartacea per informare i cittadini sulle diverse problematiche», aggiunge don Greco.

Per i ragazzi c’è anche un doposcuola. È animato da trenta persone, tra universitari e adulti, è rivolto alle scuole medie inferiori e superiori e si tiene due volte a settimana. L’associazione “Città nuova” è invece a servizio dei minori on difficoltà interparrocchiale che coinvolge cinque parrocchie del Decanato di Turro.

I giovani talenti musicali si ritrovano invece nel gruppo Pgt, che riunisce i ragazzi alle scuole elementari alle superiori. «Ogni settimana sotto la guida di adulti appassionati di musica si incontrano per affinare le proprie competenze e suonare strumenti diversi: chi il pianoforte, chi il violino, chi la chitarra classica. E poi si esibiscono in spettacoli in oratorio. Un modo per fare amicizia, coltivare le proprie doti e stare insieme sotto la guida di chi è più grande», sottolinea don Greco.

Tante, insomma, le attività organizzate per i giovani, che così trascorrono spesso il proprio tempo libero in parrocchia, tra sport, interessi sani e momenti di incontro con gli amici. «C’è sempre un via vai continuo di giovani – conclude don Greco -. Fino ai 18 anni il 70-80% di loro è coinvolto da queste attività: un bel giro, insomma. Ma dopo la scuola superiore si fa fatica: l’inizio dell’università o del lavoro coincide con una dispersione. I giovani frequentano singolarmente e non come una compagnia guidata dal sacerdote in un cammino di fede».

Non può mancare l’attenzione alle persone più bisognose. Per loro dal 1922 è attiva la Cooperativa San Filippo Neri. Nata come espressione del Movimento Cattolico, è titolare di due immobili di otto piani che si trovano in viale Monza: qui gli appartamenti vengono dati in affitto, a prezzi calmierati, alle famiglie che sono in possesso di particolari requisiti di reddito previsti dallo statuto.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi