L’evento è organizzato da Fondazione Corriere della Sera e Arcidiocesi di Milano. Info (tel. 02.8556240). L’evento è organizzato da Fondazione Corriere della Sera e Arcidiocesi di Milano. Info (tel. 02.8556240)

Rosario Santa Maria della Fede

Mercoledì 31 maggio, alle 18, presso la Sala Buzzati della Fondazione Corriere della sera (via Solferino 26, Milano), è in programma un incontro di presentazione dell’ultimo libro del cardinale Angelo Scola, dal titolo Postcristianesimo? Il malessere e le speranze dell’Occidente (Marsilio, pagine 144, euro 15).  Con l’Arcivescovo dialogheranno il filosofo Salvatore Natoli, Angelo Panebianco, politologo ed editorialista del Corriere, e Gianni Riotta, editorialista de La Stampa, in un dibattito moderato da Elisabetta Soglio, giornalista del Corriere.
L’evento è organizzato da Fondazione Corriere della Sera e Arcidiocesi di Milano.
Info (tel. 02.8556240)

Nel volume, da poche settimane uscito in libreria, l’Arcivescovo di Milano denuncia: «La scelta di trasformare in legge ogni diritto individualisticamente affermato non sembra via sicura verso il bene comune, soprattutto per chi ha meno voce». La società postmoderna in Europa si è allontanata dal cristianesimo che non è più, sociologicamente, la religione civile dominante, «ma non è detto – scrive il cardinale Scola – che sia


venuto il tempo del “Postcristianesimo”. Ancora oggi ci sono donne e uomini che continuano ad attendere l’Altro che venga loro incontro, liberandoli da se stessi e restituendoli a se stessi, continuando a salvarli con la sua esistenza. A questa tenace attesa si deve la forma interrogativa del titolo “Postcristianesimo?”, perché è proprio con quell’attesa che il cristianesimo vuole entrare in dialogo, per poter offrire una speranza per l’oggi e per il domani».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi