Messa alle 16 in San Bernardino. Intanto la Comunità e la Caritas sono in prima linea per l’emergenza freddo

di Silvio MENGOTTO

Meno 10 o meno 12 gradi sono temperature insolite per Milano, dove l’emergenza freddo riguarda le persone che si trovano a vivere per varie situazioni per la strada o nelle baracche di fortuna. Sono giorni siberiani senza precedenti negli ultimi 25 anni e i disagi per l’ondata di freddo e gelo sono aumentati come le risposte di solidarietà. L’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino ha annunciato che sono oltre 1800 i posti letto per i senzatetto contro i 1240 dell’anno scorso. Da giorni il Comune di Milano è all’opera senza sosta tramite la Protezione Civile di via Barzaghi, ma anche la Croce rossa, i Fratelli di San Francesco e altre realtà.

La Caritas Ambrosiana, in collaborazione con il Comune che coordina gli interventi in atto, si è attivata rapidamente. «Il freddo di questi giorni è emergenziale – dice il direttore don Roberto Davanzo – ma dentro una cornice che è quella di 12 mesi all’anno e di azione nei confronti di queste persone». Un intervento specifico è il nuovo Rifugio inaugurato lo scorso dicembre dal cardinale Scola alla Stazione Centrale, l’ex rifugio ristrutturato di fratel Ettore. «Parliamo di 65 posti letto – dice don Davanzo – che sono stati riempiti nel giro di poche settimane».

La Caritas opera anche con una struttura diurna in zona Famagosta per assistere coloro che al mattino escono dai dormitori con il problema di trovare uno spazio di socializzazione durante la giornata. Ci sono figure professionali di educatori che svolgono, per chi lo volesse, una funzione di accompagnamento nel tentativo di recuperare una dignità e la voglia di cercare un lavoro. Un servizio meno appariscente, ma fondamentale, è quello svolto dall’Unità mobile con operatori che durante il giorno girano per incontrare queste persone che vivono per strada, cercando di aiutarle a recuperare una fiducia verso le istituzioni o l’ente pubblico.

Tra i servizi della Caritas anche quello del Sam (Servizio accoglienza milanese, tel. 02.760371) che, di fatto, è il centro di ascolto da 25 anni della Caritas ambrosiana che lavora con il mondo della grave emarginazione. Chi volesse segnalare situazioni, in questa fase è opportuno contattare il call center che il Comune ha messo a disposizione (02.88465000/1/2 attivo dalle 20 alle 8; 02.88447645 attivo durante il giorno).

Domenica 12 febbraio la Comunità di Sant’Egidio propone alle 16 una liturgia in memoria delle persone senza dimora morte in strada a Milano: sarà celebrata da padre Maurizio Annoni, dell’Opera San Francesco per i Poveri, nella chiesa di San Bernardino (via Lanzone 13).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi