Claudio e Antonella Pini, referenti decanali per la Pastorale familiarem, illustrano la logica delle proposte per fidanzati sul territorio

di Veronica TODARO

Fidanzati
due giovani fidanzati seduti su una panchina fuori di casa. amore, fidanzamento, gioventù.

«I percorsi organizzati dalla Commissione Famiglia dal Decanato di Appiano Gentile sono stati pensati e sono continuamente adeguati per rispondere al meglio alle esigenze, sempre più diversificate, che emergono dalle coppie del nostro territorio, siano esse fidanzate o conviventi, che chiedono il sacramento del matrimonio – spiegano Claudio e Antonella Pini, referenti decanali per la Pastorale familiare -. La premessa fondamentale è che i nostri percorsi si connotano sempre più come cammini di avvicinamento/riscoperta della fede cristiana, nella Chiesa-comunità, attraverso l’incontro con la figura di Gesù e la sua Parola; elementi fondamentali per la richiesta del sacramento del matrimonio, ma che si innestano in una storia d’amore già avviata e che è sollecitata a compiere ulteriori passi, a partire dalla situazione di vita e di fede in cui ognuno si trova».

«Ormai si è superata la visione del corso come l’insieme di diversi “esperti” (psicologi, sessuologi, medici, avvocati, ecc.) che illustrano ai fidanzati i diversi e possibili aspetti/problemi della vita familiare – rilevano -. Il rischio era la frammentarietà e l’idea di una serie di conferenze da “subire” più che di un cammino da scoprire e compiere insieme».

Tre i percorsi tra cui scegliere, seguiti da 140 coppie circa. Un corso a cadenza mensile (da ottobre a giugno), alla domenica pomeriggio, dalle 15 alle 18, dove il tempo più disteso facilita un confronto fra i fidanzati e una condivisione in piccoli gruppi. Quattro corsi, distribuiti nei vari mesi dell’anno e in diverse parrocchie, uno a cadenza settimanale, tre quindicinale, al sabato sera dalle 20.45 alle 22.45; quest’anno è stato introdotto un corso al lunedì sera per facilitare chi ha problemi lavorativi nel week end. Infine un corso per i conviventi da lungo tempo, o sposati civilmente e soprattutto con figli, di sei incontri alla domenica pomeriggio, dalle 16 alle 18, con una particolare attenzione alla loro situazione concreta di vita.

Tutti i corsi sono seguiti da équipe di operatori, che cooperano con la propria specificità di sacerdoti, diaconi o di coppie di sposi, 16 in tutto; l’obiettivo è di accogliere i fidanzati/conviventi e di offrire loro un amichevole accompagnamento e spunti di riflessione/confronto riguardo alcune tematiche, relative al sacramento che chiedono e alla loro futura vita di sposi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi