Il responsabile diocesano don Pierantonio Tremolada illustra la documentazione messa a disposizione e le iniziative in programma

di Luisa BOVE

Copertina_Generare alla fede

Ogni anno la Formazione permanente del clero propone due incontri a livello di Zona pastorale, uno in autunno e l’altro in primavera. Questa volta il primo appuntamento ha coinciso con gli incontri del cardinale Angelo Scola, previsti dopo il suo ingresso in Diocesi. «L’intenzione dell’Arcivescovo – spiega don Pierantonio Tremolada, responsabile diocesano per la Formazione permanente – era quella di offrire al clero la possibilità di un confronto che permettesse a lui di farsi conoscere e ai preti di parlargli affrontando vari temi con libertà». Ogni Vicario di Zona si è quindi organizzato incaricando alcuni sacerdoti di preparare un intervento e poi si è dato spazio al dibattito. «Per quanto riguarda il secondo appuntamento – spiega don Tremolada – siamo in attesa che l’Arcivescovo ci dica se vuole tenere lui stesso l’incontro, oppure se dobbiamo procedere con la nostra proposta».

Il tradizionale Quaderno della Formazione permanente per tutti i preti quest’anno uscirà in dicembre e avrà il titolo Generare alla fede. Il ministero, la famiglia, la vita di Dio (Centro Ambrosiano). «Abbiamo rivisitato il tema della famiglia (in primo piano per il VII Incontro mondiale a Milano) dal punto di vista della fede. Ci siamo lasciati guidare da questa domanda: come la famiglia e il ministro ordinato collaborano in vista della generazione alla fede? Il nostro desiderio è di offrire uno strumento che può essere utilizzato a livello personale, ma anche negli incontri tra preti in decanato.

Di solito viene pubblicata una meditazione di don Tremolada su una figura biblica, quest’anno saranno Paolo, Aquila e Priscilla, mentre sul tema della fede la scelta è caduta sul cardinale Newman, vengono quindi pubblicati testi e schede che potranno essere utilizzate a livello personale o in gruppo. «Per gli incontri di formazione tra presbiteri, diaconi, religiosi e laici – continua il responsabile – abbiamo preparato altre due schede intitolate Edificare insieme la Chiesa da utilizzare per esempio nei Consigli pastorali, oppure durante gli incontri con operatori parrocchiali. Questo è un filone che ci sta particolarmente a cuore perché per noi è importante la formazione comune, non tanto per affrontare insieme questioni pastorali, ma per una comunicazione reciproca. I temi proposti sono: “Essere generati nella fede”, “Lavorare con fede” e “Far festa nella fede”».

Altre due schede, dal titolo Il ministero ci educa, sono invece riservate agli incontri decanali del clero. «Lo scopo è quello di promuovere un’esperienza di fraternità e di formazione a partire da alcune azioni del ministero – sottolinea don Tremolada -. Per questo abbiamo scelto il corso di preparazione al matrimonio e il cammino di iniziazione cristiana dei ragazzi con l’idea è che i preti si confrontino tra loro non tanto sulle scelte fatte, ma sulla spiritualità che ci sta dietro».

Da quest’anno la Formazione permanente della diocesi presterà particolare attenzione anche al Concilio Vaticano II, dato che nel 2012 si celebrerà il 50° dell’apertura dei lavori. Nel Quaderno sarà quindi pubblicato un testo sul Concilio che il cardinale Kasper aveva scritto nel 1985 in occasione del Sinodo straordinario dei Vescovi; nei prossimi anni invece verranno presentate le quattro Costituzioni Sacrosanctum Concilium, Lumen Gentium, Dei Verbum e Gaudium et spes.

Nel 2011 ricorre il 25° anniversario della morte di don Luigi Serenthà, prete ambrosiano caro alla diocesi. Per l’occasione, dice don Tremolada, «siamo riusciti ad avere un suo manoscritto inedito dal titolo L’eccedenza della fede, che pubblicheremo nel Quaderno».

Per un aggiornamento teologico-culturale ogni anno vengono segnalati cinque libri presentati con una breve recensione e 10 articoli tratti da diverse riviste scaricabili anche dal sito www.chiesadimilano.it/formazionepermanenteclero. «Inoltre proponiamo alcune Giornate di studio a Venegono Inferiore organizzate in collaborazione con i docenti del Seminario su diversi temi: l’identità del prete negli attuali mutamenti, l’etica matrimoniale, la direzione spirituale, questioni di bioetica…». «Per la formazione puntiamo molto anche sugli esercizi spirituali – aggiunge il responsabile – segnaliamo alcuni corsi tra quelli organizzati da noi e altri, ma è libero di scegliere».

Non va infine dimenticata la Settimana degli incarichi pastorali, alla quale sono invitati tutti i presbiteri che hanno ricevuto una nomina di parroco, di responsabile di Comunità pastorale o di Vicario di comunità pastorale. «È una settimana residenziale che di solito si tiene a Triuggio e quest’anno sarà dal 16 al 20 gennaio 2012. Questa iniziativa è pensata per aiutare i preti nel loro nuovo incarico che hanno ricevuto, durante la settimana è previsto anche un intervento dell’Arcivescovo».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi