Riaperto a settembre dopo tre anni di lavoro, il Cine Teatro intitolato al gesuita che diresse la Radio Vaticana ospita proiezioni e spettacoli ed è la sede dell'attività di una Compagna amatoriale vivace e dinamica

di Cristina CONTI

Teatro Cairate

Una sala dedicata alla comunità e un punto di ritrovo aperto a tutti. Dopo tre anni di lavoro a settembre a Cairate ha riaperto il Cine Teatro Padre Giacomo Martegani. Ha una capienza di 260 posti e ospita cineforum, rassegne teatrali, musica, danza e incontri culturali. «La cosa più bella è che la struttura è animata da circa 50 volontari tra giovani e adulti che partecipano abitualmente a questa attività, commenta don Basilio Mascetti, parroco della chiesa dei Santi Ambrogio e Martino e decano di Carnago. La struttura è dedicata a padre Giacomo Martegani, gesuita nato a Cairate e morto nel 1981, già direttore di Civiltà Cattolica e della Radio Vaticana.

Il 4 febbraio qui è partito un cineforum sulla famiglia con la proiezione de Il capitale umano”: continuerà nelle prossime settimane con La stanza del figlio (11 febbraio), East to East (18 febbraio) e Quello che sapeva Maisie (25 febbraio). Mentre l’1 febbraio, in occasione della Giornata per la vita, c’è stato un momento di intrattenimento con canti, video e interventi dei ragazzi dell’oratorio, in collaborazione col Movimento per la Vita, che ha visto la partecipazione di tutte le fasce d’età della comunità pastorale.

Tanti anche gli incontri con particolare rilievo sociale ed educativo: come quello dedicato all’associazione Libera, in programma tra marzo e aprile, dedicato alla promozione della giustizia e della legalità. «Questo spazio è un segno importante per la comunità pastorale – aggiunge don Mascetti -. Un momento di incontro che aiuta a riflettere su tematiche di attualità, a comprendere i fatti a cui assistiamo e a diffondere ideali di pace e fraternità».

Un servizio che ha l’obiettivo di promuovere la cultura e l’arte, ispirandosi a valori umani e cristiani. La Compagnia teatrale amatoriale è costituita da 60 membri, giovani e adulti, della Comunità pastorale di Cairate: «Si chiama “Kairòs” – precisa don Mascetti -. Una parola greca che significa “il momento giusto”, perché ogni rappresentazione per loro è il tempo propizio per comunicare l’amore per il teatro e per raggiungere il cuore del pubblico trasmettendo valori profondi».

La Compagnia collabora con associazioni onlus per realizzare spettacoli beneficenza, dando vita a iniziative di solidarietà e di altruismo: La Locanda di Emmaus, Il ventaglio di Goldoni e Canto di Natale di Dickens sono alcuni degli ultimi spettacoli messi in scena, mentre il 14 febbraio, alle 20.45, ci sarà il musical Una tata praticamente perfetta. Negli anni, inoltre, il gruppo è cresciuto in professionalità e competenza, partecipando a esperienze formative importanti che hanno permesso agli attori di raccogliere grandi successi di pubblico e critica. A giugno 2013 e a febbraio 2014, per esempio, la tutta la Compagnia ha partecipato a uno stage di teatro-musical con Antonello Angiolillo, l’attore che ha interpretato la Bestia nell’omonimo musical italiano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi