Un'occasione per conoscere la proposta musicale della scuola “Sisto Reina”, con la quale l'Istituto collabora proficuamente dallo scorso anno

«Chi avverte in sé questa sorta di scintilla divina che è la vocazione artistica di musicista avverte al tempo stesso l’obbligo di non sprecare questo talento, ma di svilupparlo, per metterlo a servizio del prossimo e di tutta l’umanità». Con queste parole il Beato Giovanni Paolo II si rivolgeva agli artisti e questo stesso invito è stato accolto dal Collegio Arcivescovile “Castelli” di Saronno, dove anche per quest’anno prosegue lo stretto rapporto con la Scuola musicale “Sisto Reina”: un’avventura iniziata lo scorso anno scolastico, che ha riscosso un grande entusiasmo tra gli allievi dell’Istituto e non solo. Per questo motivo nei prossimi mesi verranno organizzati corsi di violino, chitarra, tastiera e oboe. Tali corsi sono indirizzati in primo luogo agli studenti del Collegio, ma anche a quanti amano la musica e vorrebbero imparare a suonare qualche strumento musicale.

L’appuntamento per conoscere meglio la proposta avanzata dalla Scuola musicale “Sisto Reina” di Saronno sarà l’Open Day fissato per giovedì 19 settembre, alle 16, al Collegio Arcivescovile “Castelli” di Saronno (piazzale Santuario 10). In questa occasione i visitatori potranno assistere a lezioni di musica, provare a suonare qualche strumento e altro ancora.

C’è spazio anche per un’importante novità relativa al piano dell’offerta formativa del Collegio Castelli. Dal prossimo anno scolastico, accanto alle tradizionali sezioni, si aggiunge, nella secondaria di I grado, una nuova sezione musicale con potenziamento della lingua inglese. È un’offerta dettata dai cambiamenti generazionali: sempre più ragazzi dedicano il loro tempo alla musica e alle arti in generali trovando in esse il loro compimento ma soprattutto il terreno in cui realizzarsi sul serio.

«È una sezione dedicata a tutti i ragazzi che desiderano coltivare le loro passioni senza tralasciare l’impegno dello studio anzi stando al passo coi tempi potenziando la conoscenza ormai indispensabile dell’inglese», così don Paolo Fumagalli, rettore dell’Istituto, ha voluto presentare il nuovo corso. Il nuovo indirizzo scolastico prevede un potenziamento della lingua inglese per 5 ore settimanali e un’offerta musicale di 4 ore nelle quali verranno svolte lezioni di teoria, cultura musicale, musica d’insieme e canto.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi