Due incontri organizzati da Fondazione Culturale Ambrosianeum e Fondazione Matarelli sui risvolti etici e umani della professione

sanità

Fondazione Culturale Ambrosianeum e Fondazione Matarelli organizzano due incontri sul tema “La professione medica: un servizio di alleanza sociale”, a cura di Marco Garzonio e Giorgio Lambertenghi Deliliers. Gli incontri si terranno il 28 ottobre e l’11 novembre alla Fondazione Ambrosianeum (via delle Ore 3, Milano).

Dalle presenze missionarie lombarde nei Paesi in via di sviluppo, con testimonianze dirette dal campo, ai problemi etici legati alla cultura dello scarto e alle contraddizioni che questa innesca nella dinamica tra Paesi ricchi e Paesi poveri: i due incontri affrontano questioni nodali del vivere contemporaneo, lette attraverso la lente delle professioni sanitarie. «Purtroppo nella nostra epoca, così ricca di tante conquiste e speranze, non mancano poteri e forze che finiscono per produrre una cultura dello scarto, e questa tende a divenire mentalità comune», ha infatti ricordato papa Francesco, secondo il quale le vittime di questa mentalità sono i più deboli e i più fragili: poveri, anziani, disabili gravi.

I due incontri autunnali, sottolineando il significato più profondo della professione medica – vista nell’ambito di una alleanza sociale che, oltre alla dimensione della giustizia, deve comprendere quella della carità e della gratuità rivolte alla dignità della persona, e mai riconducibili al mero fine economico – si collocano in questo contesto. Degne di menzione sono quindi tutte le associazioni o istituzioni che aiutano uomini dilaniati dalla solitudine e dalla povertà, mutilati dalle guerre decise dai Grandi, o menomate da patologie neurologiche persistenti. L’obiettivo è denunciare la globalizzazione dell’indifferenza, e ricordare che «l’amore è la bussola della vita, molto più di quanto sia la ragione» (Breviario di G. Ravasi, Il Sole 24 Ore).

Ecco il programma.

Mercoledì 28 ottobre (ore 17.30). “La sanità missionaria (Le associazioni lombarde che operano nei Paesi poveri): Intervengono Giovanna Ambrosoli (presidente Fondazione Dr. Ambrosoli Memorial Hospital), monsignor Antonio Barone (Associazione Centro Orientamento Educativo di Barzio – Foyer Saint Paul-Kinshasa, Congo R.D.), Dominique Corti (presidente Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus Member, Lacor Hospital Board of Directors – Gulu, Uganda), Marco Goglio (presidente emerito Associazione “L’avete fatto a me”, direttore U.O. di Psichiatria di Saronno), Roberto Rambaldi (direttore Affari Istituzionali Fondazione don Carlo Gnocchi, Milano).

Mercoledì 11 novembre (ore 17.30), “La cultura dello scarto nella società di oggi (La disabilità: una questione antropologica e di giustizia): intervengono Elena Colombetti (prof. ass. Filosofia Morale Università Cattolica di Milano), Fabrizio Giunco (dir. medico Servizi Socio-assistenziali Istituto Palazzolo, Milano, Fondazione Don Carlo Gnocchi Irccs), Patrizia Spadin (presidente Associazione Italiana Malattia di Alzheimer), Luigi Tesio (prof. ord. Medicina Fisica e Riabilitativa, Università di Milano, dir. Dipartimento di Scienze Neuroriabilitativa,Istituto Auxologico Italiano, Milano).

Info: tel. 02.86464053; info@ambrosianeum.org; www.ambrosianeum.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi