Eventi significativi in città e in Diocesi promossi dal Consiglio delle Chiese cristiane e dal Servizio diocesano Ecumenismo e Dialogo. Martedì 17 la Giornata dell’ebraismo

Rosangela VEGETTI

settimana ecumenica

Come ogni anno, a partire dal 1968, si ripropone la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani dal 18 al 25 gennaio; il tema di quest’anno è stato concordato da un gruppo ecumenico polacco e porta al centro della vita cristiana: «Tutti saremo trasformati dalla vittoria di Gesù Cristo, nostro Signore (cfr. 1Cor 15,51-58)» (il materiale si ritrova e può essere scaricato da: www.societabiblica.eu alla voce “Progetti”).

Nel piano di salvezza di Dio c’è posto per tutti e la speranza non è una povera illusione, ma la grande novità portata dalla presenza di Dio nella storia umana. In questa Settimana siamo dunque invitati e accompagnati dai testi biblici prescelti ad approfondire la nostra fede nel fatto che saremo tutti trasformati dalla vittoria di Cristo. Mentre preghiamo e ci adoperiamo per la piena e visibile unità dei cristiani, saremo trasformati e conformati all’immagine di Cristo, Colui che serve e nella volontà del Padre, ci conduce tutti a nuova vita.

Il Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano (CCCM) offre alla città di Milano alcuni eventi significativi per vivere insieme questo appuntamento ecumenico d’inizio anno.

L’apertura della Settimana sarà mercoledì 18 gennaio alle 18.30, con la Celebrazione ecumenica della Parola nella basilica di San Carlo al Corso (piazza S. Carlo) alla presenza del cardinale  Angelo Scola; giovedì 19, alle 12,35 un breve tempo di silenzio e ascolto alla “Grotta di Elia” (nella chiesa di S. Gottardo al Palazzo Reale, via Pecorari); venerdì 20 l’appuntamento è alle 19 alla Chiesa Anglicana “All Saints Church” per la recita dei Vespri anglicani (via Solferino 17); sabato 21 alle 20.45, presso l’Angelicum di piazza sant’Angelo 2, ci sarà la Tavola rotonda su “Speranza Cristiana dalla Resurrezione”, con il teologo valdese Paolo Ricca, il vescovo eletto di Novara mons. Franco Giulio Brambilla e l’arciprete della Chiesa ortodossa romena Valdman Traian. Lunedì 23 alle 18.30 il ritrovo è nella Chiesa Ortodossa greca per la recita dei Vespri bizantini (via Romolo Gessi 19), la Settimana si conclude mercoledì 25, appuntamento alle 20.45 presso la Chiesa evangelica valdese (via Francesco Sforza 12) per una preghiera ecumenica accompagnata dalle corali di varie Chiese e un momento di convivialità “Canta, prega e condividi”. Domenica 22 si ripeterà in diverse chiese della città lo scambio di ambone tra predicatori di differenti tradizioni cristiane.

Numerose iniziative sono in programma anche in tutto il territorio diocesano, per iniziativa delle Zone pastorali e del Servizio diocesano Ecumenismo e Dialogo.

Da non dimenticare, alla vigilia della Settimana ecumenica, martedì 17 gennaio alle 19 presso l’Università Cattolica in largo Gemelli 1, la Giornata dell’ebraismo in cui interverrà il rabbino Giuseppe Laras con una riflessione dal titolo “La sesta parola: Non uccidere”.        

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi