Con lo slogan “Sono un barbone anch’io” torna un appuntamento che mira a sensibilizzare sull’emarginazione sociale e sulle condizioni dei senza dimora

Una cordata di associazioni milanesi organizza la XIII edizione della “Notte dei Senza Dimora”, che quest’anno si preannuncia ancora più ricca di avvenimenti. Il 20 ottobre in Piazza Santo Stefano, a Milano, tutti i milanesi (e non) potranno condividere la cena e il sonno con i senza tetto della città. È questa infatti la maniera migliore per sensibilizzare la cittadinanza in occasione della Giornata mondiale Onu di lotta contro la povertà, che ricorre il 17 ottobre.

L’iniziativa è sostenuta da testimonial molto presenti sulla scena artistica e culturale italiana: Lella Costa, Moni Ovadia, i Pali e Dispari, Tamara Donà, Walter Leonardi e Luca Solesin. Gli artisti hanno registrato spot radiofonici per sponsorizzare “La Notte dei Senza Dimora” di Milano e due di loro, Angelo Pisani del duo “Pali e Dispari” e Tamara Donà, condurranno la serata dal palco di piazza Santo Stefano.

Durante l’evento Paolo Pezzana, presidente di fio.Psd, presenterà la “Ricerca nazionale sulla condizione delle persone senza dimora in Italia”, realizzata da Caritas, Fio.psd (la Federazione Italiana Organismi Persone Senza Dimora), Ministero del Welfare e Istat. Si tratta del primo censimento italiano dei senza tetto. Lo studio si è anche occupato di indagare la qualità e la quantità dei servizi offerti dalle strutture che prestano la prima assistenza.

Piazza Santo Stefano si animerà già a partire dalle 17, con un laboratorio di “maglia a dita” per bambini e knitting per adulti, curato da Horujo KnitAndCrochet. I lavori, realizzati grazie al materiale offerto da “Laines du nord”, saranno donati ai senza dimora. Sempre dalle 17 alle 19 sarà attivo uno “Sportello dei diritti” di consulenza legale gratuita tenuto dall’associazione Avvocato di strada Onlus. A seguire, prima e dopo la cena, offerta dalla cooperativa agricola Iris Bio e preparata dalla Croce Rossa, diversi artisti si alterneranno sul palco: la Bar Boon Band, Alessandro “Zanna” Zannetti, Giù il Cappello e Consorzio Musicanti (Pop)olari. La lettura di poesie scritte dagli stessi senza dimora regalerà alla serata una nota lirica. Quando si spegneranno le luci del palcoscenico si srotoleranno i sacchi a pelo e tutti i presenti saranno invitati a passare la notte all’addiaccio.

La serata ha anche l’obiettivo di raccogliere fondi, destinati alla realizzazione de “La Notte”. In piazza ci sarà un donation point gestito dal portale Retedeldono.it che permetterà ai presenti di dare il loro piccolo, ma grande contributo a una causa che riguarda tutti. Ogni donatore potrà “Metterci la Faccia”. Come? Donando sul retedeldono.it, scattando una foto di sè con la barba e condividendola sulla pagina Facebook de “La Notte dei senza dimora – Milano”.

A Milano la cordata di associazioni che promuove la “Notte dei Senza Dimora – Milano” è composta da: Insieme nelle Terre di Mezzo, Cena dell’amicizia, Ronda della Carità, Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Milano, Fondazione Progetto Arca Onlus, Opera Cardinal Ferrari, Fondazione Fratelli di San Francesco, SOS Stazione Centrale, Clochard alla Riscossa, CAST, Papa Giovanni XXIII, Effatà, Avvocato di Strada Onlus, Acli Milano, Linea Gialla, Casa di Gastone, MIA MilanoinAzione.

La Notte dei Senza Dimora non è un appuntamento solo milanese: i sacchi a pelo coloreranno le notti di Bologna, Cantù, Catania, Cremona, Foggia, Padova, Pisa, Rimini, Roma, Trento, Treviso e Vicenza.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi