Migliaia i visitatori dell'esposizione a Palazzo Reale, che hanno potuto giovarsi dell'aiuto di una quarantina di guide volontarie, ottimamente preparate. Resta aperta, fino al 22 dicembre, la rassegna alla Galleria San Fedele con i bozzetti preparatori.

Evangeliario Scola Tettamanzi

«Eravamo pronti a vedere qualcosa di bello, ma quello che abbiamo ammirato è andato oltre le nostre stesse aspettative!». Questo giudizio, raccolto all’uscita delle sale di Palazzo Reale e più volte sentito ripetere da gruppi e comitive, sintetizza efficacemente la sorpresa e la soddisfazione di quanti hanno visitato in questi giorni la mostra La bellezza nella Parola. Che ha rappresentato, infatti, un’occasione assolutamente unica per vedere dal vivo le oltre settanta tavole artistiche che andranno a comporre il nuovo Evangeliario ambrosiano, donato nella versione originale al Duomo di Milano e distribuito nelle copie a stampa a tutte le parrocchie della Diocesi per volontà del cardinale Dionigi Tettamanzi.

Migliaia e migliaia i visitatori (con punte giornaliere che hanno toccato le 500 presenze), sia singoli che famiglie, ma soprattutto gruppi (organizzati da parrocchie e da centri culturali) e scolaresche di vario ordine e grado. Per tutti la possibilità di essere accompagnati nella visita da oltre quaranta guide volontarie (per lo più studenti universitari appositamente preparati dagli esperti stessi della commissione per il nuovo Evangeliario), che con professionalità si sono prodigate in un servizio molto apprezzato, a copertura di tutte le fasce orarie di apertura della mostra. Così che, in molti casi, gli stessi visitatori sono tornati anche più volte, per approfondire particolari aspetti o ampliare determinate tematiche.

La mostra, del resto, ha permesso di ripercorrere l’intera storia della Chiesa ambrosiana attraverso i suoi antichi evangeliari, autentici capolavori di oreficeria e straordinari codici miniati, per la prima volta esposti insieme ed eccezionalmente messi in "dialogo" con le opere degli artisti contemporanei chiamati nuovamente a dare "corpo" e immagine, in questo nostro XXI secolo, alla Parola di Dio.

Domenica 11 dicembre è stato l’ultimo giorno per visitare la mostra di Palazzo Reale: le tavole, infatti, verranno ora rilegate nel volume che sarà donato al Duomo di Milano. Resta aperta, invece, fino al 22 dicembre, la mostra allestita presso la Galleria San Fedele a Milano (Galleria Hoepli 3/a), dove sono presentati alcuni bozzetti preparatori dell’Evangeliario stesso.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi