Acli e Libera insieme alla Fondazione milanese per sostenere con una raccolta firme le aziende confiscate alla criminalità organizzata. Intervengono Nando dalla Chiesa, Cristina Tajani, Paolo Petracca e don Virginio Colmegna

Io riattivo il lavoro

Libera, Acli e Casa della Carità rilanciano anche a Milano la campagna “Io riattivo il lavoro” e, a pochi giorni dalla chiusura della raccolta firme, dedicano al tema delle aziende confiscate alla criminalità organizzata un incontro con Nando dalla Chiesa, Cristina Tajani, Paolo Petracca e don Virginio Colmegna., in programma sabato 25 maggio, dalle 14.30, alla Fondazione Casa della Carità “Angelo Abriani” (via F. Brambilla 10, Milano).

“Io riattivo il lavoro”, lanciata a livello nazionale dalla Cgil lo scorso ottobre, punta a raccogliere le 50 mila firme necessarie per intraprendere l’iter di approvazione della legge di iniziativa popolare intitolata “Misure per favorire l’emersione alla legalità delle aziende sequestrate e confiscate alla criminalità organizzata”. La proposta di legge, sostenuta da Associazione Nazionale Magistrati, Libera, Arci, Acli, Lega delle Cooperative, Sos Impresa, Avviso Pubblico e Centro studi Pio La Torre, ha l’obiettivo di «ricostruire le condizioni per assicurare la legalità economica» e stimolare il dibattito parlamentare sulla condizione delle aziende e dei lavoratori coinvolti dal fenomeno.

Il quadro è allarmante: in Italia (al 3 settembre 2012) sono 1636 le aziende confiscate e il 90% di queste sono destinate al fallimento, con circa 80 mila lavoratori coinvolti. La Lombardia è la terza regione per confische dopo la Sicilia e la Campania: il 12%o delle aziende sottratte alla criminalità organizzata si trova all’ombra del Pirellone.

È anche partendo da queste evidenze che Casa della Carità, Libera Milano e Acli Milano hanno deciso di dedicare un’intera giornata al sostegno di “Io riattivo il lavoro”. All’incontro saranno presenti anche la direttrice della Casa della Carità Silvia Landra, che coordinerà i lavori, e il referente regionale di Libera Davide Salluzzo, che interverrà sul tema “Dai beni confiscati al bene comune”. Paolo Petracca, presidente delle Acli milanesi, presenterà l’intera campagna, mentre l’assessore al Lavoro del Comune di Milano Cristina Tajani interverrà sulle politiche di inserimento lavorativo. Infine, prima delle conclusioni del presidente della Casa della Carità don Virginio Colmegna, il presidente onorario di Libera Nando Dalla Chiesa illustrerà “La grande sfida dell’azienda confiscata”.

Dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 18, sarà possibile firmare la proposta di legge popolare grazie alla presenza dei volontari dei Circoli Acli di Gorla e Turro.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi