Grande sviluppo per le imprese attive a Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Paderno Dugnano e Cologno Monzese. Anche il valore degli uffici è più alto

di Cristina CONTI

Grande sviluppo per l’area nord di Milano. Sono 30 mila le imprese attive nei Comuni che si trovano in questa zona. Al primo posto Sesto San Giovanni con 6.168 (20,2%), segue Cinisello Balsamo con 5.120 (16,8%), poi Paderno Dugnano con 3.635 (11,9%) e Cologno Monzese con 3.553 (11,6%). A dirlo l’analisi sul Mercato degli immobili d’impresa nella zona nord della provincia meneghina, promossa da Osmi Borsa Immobiliare, Fimaa Milano Monza & Brianza e Assolombarda.

Comprare immobili d’impresa nei Comuni a nord della città è un investimento diffuso. E il valore degli uffici nelle zone centrali di quest’area è del 21,1% più alto rispetto al prezzo medio provinciale. Lo stesso discorso vale per quelli situati in periferia (più 14,8%), per i capannoni industriali nuovi o ristrutturati (più 11,2%) e per quelli vecchi (più 24,7%). «L’obiettivo di questa analisi è quello di rendere più trasparente il segmento degli immobili strumentali, mettendone in evidenza punti di criticità e peculiarità – spiega Antonio Pastore, presidente di Osmi Borsa Immobiliare, azienda speciale della Camera di commercio di Milano -, oltre che di offrire alle imprese un punto di riferimento che costituisca un primo supporto alle decisioni aziendali che riguardano investimenti e valorizzazioni immobiliari». Osmi Borsa Immobiliare è anche uno strumento utile alle pubbliche amministrazioni che devono decidere come orientare le trasformazioni del proprio territorio comunale.

Gli uffici nella zona nord di Milano hanno un valore di 1.900 euro/mq nel centro e di 1.518 euro/mq in periferia. Prezzi molto più bassi rispetto al costo in centro città, che si attesta attorno a 5.506 euro al metro quadrato, in crescita dello 0,7% rispetto al secondo semestre 2011 e del 2,7% rispetto all’anno precedente. Negli ultimi cinque anni i prezzi sono saliti di più a Cusano Milanino, che ha visto un incremento dell’11,1%, e a Novate Milanese, che ha registrato un aumento del 7,7%.

Per i capannoni e opifici nuovi o ristrutturati il prezzo medio è di 980 euro al metro quadrato, 99 euro/mq in più rispetto al prezzo medio provinciale e contro i 1.015 euro/mq del Comune di Milano, con un incremento dello 0,3% in sei mesi e dello 0,6% in un anno. In cinque anni il valore di mercato è aumentato soprattutto a Cormano (più 14,3%), Cologno Monzese (più 9,1%), Paderno Dugnano (più 6,7%) e Sesto San Giovanni (più 5,3%).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi