Redazione

Sono gruppi di cristiani in ambiente di lavoro. Si tratta di credenti che si propongono di testimoniare una fede rispettosa degli altri ma capace di affrontare i problemi quotidiani della vita adulta. Si ritrovano e operano sia dentro le aziende (dove possibile) sia a livello territoriale.

Perché i gruppi di presenza cristiana
C’è un dato di fatto tanto incontestabile quanto solitamente ignorato: la gran parte della vita di una persona si svolge (ed è influenzata in modo diretto e significativo) nell’ambiente di lavoro: la maggior parte delle ore di una giornata da "svegli", dei giorni della settimana, dei mesi dell’anno e della vita intera. I gruppi sono nati in diocesi negli anni ’60 per offrire uno spazio di incontro e riflessione fra compagni di lavoro sul senso del proprio lavoro e sul come vivere da cristiani questo tempo di vita.

Il metodo
Il metodo è quello sperimentato del "vedere-giudicare-agire". Tale processo di discernimento (che parte dall’analisi, porta ad un confronto di valori e con la Parola di Dio e sfocia in azioni di cambiamento) si basa sul confronto e sul dialogo. La funzione del gruppo è anche quella di vincere un po’ la paura che a volte rende i cristiani anonimi e passivi sul lavoro: l’incontrarsi diventa infatti sostegno reciproco, segno di presenza, di proposta e di intervento nel vissuto quotidiano dell’ambiente di lavoro.

Come costruire un gruppo
Vi sono diverse modalità di incontrarsi determinate tanto dalla situazione ambientale (se azienda piccola o grande, con turni o meno, con tempi e luoghi di ritrovo accessibili a tutti…) quanto dalla storia del gruppo (legato ad iniziative di singoli o nato in seno alle Acli, all’AC o a CL…). Il Card. Martini, alla Veglia dei lavoratori del 1997 proponeva: "Basterebbe pochissimo per cominciare: due o tre lavoratori che decidessero di rendere pubblica una loro riunione a determinate scadenze, quindicinali o mensili, fuori dai tempi di lavoro, per impostare riflessioni, verifiche, attenzioni sul proprio mondo di lavoro, con sensibilità di fedeli cristiani".

Il coordinamento diocesano
E’ affidato a un laico: Marcello Veronelli.
Per informazioni chiamare presso l’Ufficio diocesano di Pastorale del Lavoro allo 02-85.56.341.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi