Riuniti in Tavoli tematici dalla Camera di Commercio di Milano i 26 nuovi progetti di impresa proposti in vista di Expo

di Cristina CONTI

Saranno 26 i nuovi progetti di impresa nell’agroalimentare proposti in vista di Expo. I Tavoli tematici che li raccolgono sono stati costituiti dalla Camera di Commercio di Milano per coinvolgere il sistema imprenditoriale lombardo nell’evento.

Dalla cucina che recupera le merci in scadenza al social food”, un pasto da condividere a casa propria; dalla riconversione di aree urbane inutilizzate in complessi agricoli alle visite alle realtà agroalimentari lombarde guidate da donne, fino al ristorante mobile che girerà a tappe tra le strade milanesi proponendo la cucina argentina e alla riscoperta della strada del riso a Milano nel parco Sud. «I giovani hanno una grande forza propulsiva proprio come queste nuove attività multifunzionali – spiega Giovanni Benedetti, membro della Giunta della Camera di Commercio di Milano e direttore Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza -. I progetti coinvolgeranno più settori: economico, sociale, culturale, alimentare e ambientale. Il fatto che un nuovo agricoltore ogni quattro aziende iscritte sia giovane è sintomatico di una riscoperta dell’agroalimentare come opportunità di costruzione del proprio futuro».

Tra i nuovi progetti una parte importante sarà quella giocata dalle nuove tecnologie. Come il marketplace on line per condividere i prodotti del proprio orto con nuovi amici e viaggiatori, gli study tours per turisti sui temi dell’Expo, la community sui migliori prodotti dell’agroalimentare in Italia, il laboratorio di cromatografia per conoscere la fertilità della propria terra, i luxury box on line di prodotti enogastronomici di nicchia.

Non mancano nemmeno le iniziative culturali sul territorio che avranno l’agricoltura come tema ispiratore. Primo tra tutti una cascina-museo sulle coltivazioni nel mondo, un sito che aggrega persone intorno a prodotti consapevoli con informazioni trasparenti e controllabili. Tra Bergamo, Milano, Brescia e le valli orobiche ci sarà invece il festival del pastoralismo. «In questo contesto Expo può essere non solo una vetrina, ma anche un incubatore di idee, proposte e progetti in grado di far crescere tutto il Paese», aggiunge Benedetti.

Secondo gli ultimi dati della Camera di Commercio di Milano, infatti, le imprese agricole fondate da giovani sono aumentate nell’ultimo anno del 26%, contro un dato nazionale del 22. E danno oltre 3 mila posti di lavoro, su un totale di 60 mila creati dalle imprese agricole lombarde.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi