Il percorso per i fidanzati in San Giovanni Battista, che unisce le due parrocchie del Sacro Cuore di Gesù alla Cagnola e di Santa Marcellina e San Giuseppe alla Certosa

di Veronica TODARO

Da quando è nata la Comunità pastorale di San Giovanni Battista in Milano, il percorso per i fidanzati è diventato un momento unico per le due parrocchie del Sacro Cuore di Gesù alla Cagnola e di Santa Marcellina e San Giuseppe alla Certosa. Per la preparazione al matrimonio cristiano il corso prevede nove appuntamenti, dalla fine di gennaio alla fine di marzo, con due «extra» molto graditi, un’uscita di una giornata intera fuori Milano e la presentazione delle coppie a tutta la comunità durante la Messa. Un modo quest’ultimo per far sentire le coppie parte integrante della vita comunitaria.

«Il percorso è unico – spiega don Carlo Azzimonti, responsabile moderatore della Comunità pastorale -. Su 16/18 coppie che si iscrivono solo una o due sono formate da fidanzati. Per il resto si tratta di persone già conviventi. Per tutti loro il corso mira ad aiutare a comprendere il significato del matrimonio cristiano. Per chi già vive insieme invece serve a far capire la differenza tra il vivere come hanno fatto fino ad ora e la definitività del legame. Quando molte di queste coppie annunciano ad amici e parenti la volontà di sposarsi, la domanda è sempre la stessa: perché così non andava bene?».

La risposta però non è scontata e il percorso proposto aiuta non solo a capire il significato del matrimonio che non è solo religioso ma che ha effetti civili, ma anche a far sì che le stesse coppie arrivino da sole al termine degli incontri a capire la differenza. Il corso quindi parte dal vissuto delle coppie, inoltrandosi nella Parola di Dio e negli aspetti antropologici. «Non esiste né la coppia ideale, né il matrimonio perfetto – sottolinea il parroco – ma l’unione deve essere un continuo arricchimento reciproco». Le coppie devono mettersi in gioco e confrontarsi con altre coppie: questo l’intento del percorso in cui i fidanzati vengono accompagnati da due coppie di sposi già con figli, in cammino insieme a loro per condividere con i futuri sposi gioie e fatiche. Il corso viene affrontato attraverso dei «medaglioni biblici» per affrontare così le varie tappe del matrimonio: le differenze sessuali, il rapporto con la famiglia di origine, il passaggio dal tu al noi, la coppia che si apre alla vita, il tema delle nozze di Cana, il perdono, il rapporto con l’Eucarestia, la fedeltà. 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi