Seconda edizione del riconoscimento intitolato all’Arcivescovo scomparso il 31 agosto 2012: previste più lingue, introdotta una nuova sezione, ammesse solo opere originali

Carlo Maria Martini

C’è tempo fino al 30 settembre per partecipare alla seconda edizione del “Carlo Maria Martini International Award” promosso dalla Fondazione Carlo Maria Martini. Nata per iniziativa della Provincia d’Italia della Compagnia di Gesù con la partecipazione dell’Arcidiocesi di Milano, la Fondazione ha promosso per gli anni 2014-2015 questa seconda edizione del Premio, avviato nel 2013 dall’Arcidiocesi di Milano con l’intento di ricordare la figura e l’opera del Cardinale e di tenere vivo lo spirito che ha animato il suo impegno.

«Profeta e uomo di discernimento e di pace», «padre per tutta la Chiesa» – come lo ha definito papa Francesco nel corso dell’udienza di presentazione della Fondazione il 31 agosto 2014 -, Carlo Maria Martini, con il suo amore per la Scrittura e la sua straordinaria capacità di ascolto, di interrogazione e di dialogo, è divenuto un punto di riferimento spirituale e culturale anche oltre i confini della Chiesa ambrosiana, di cui è stato pastore per oltre ventidue anni.

Tre le novità di questa seconda edizione. In primo luogo l’ampliamento della dimensione internazionale con l’ammissione di quattro lingue: italiano, francese, inglese e spagnolo.

In secondo luogo l’introduzione di una nuova sezione del premio: alle due sezioni già presenti nella prima edizione – lo studio del pensiero e della figura di Carlo Maria Martini e l’approfondimento del rapporto tra Bibbia e cultura nel mondo di oggi (arte, letteratura, filosofia, scienza, economia, politica, religioni, spettacolo, ecc.) – se ne aggiunge una terza, dedicata a esperienze e progetti pastorali che si ispirano allo stile del Cardinale.

Infine la scelta di valorizzare contributi originali riservando il premio a opere inedite: proprio in considerazione di questa scelta è stato previsto un tempo più lungo tra la pubblicazione del bando e il termine di consegna dei contributi.

I lavori possono essere opere scritte o audiovisive. Al migliore di ogni categoria sarà assegnato un premio di 5 mila euro ciascuno, e la possibilità di pubblicazione dell’opera. A valutare i lavori sarà una giuria nominata dalla Fondazione Carlo Maria Martini, la cui composizione sarà annunciata entro il 15 settembre 2015.

Possono partecipare al Premio tutte le persone che abbiano compiuto 18 anni alla data di pubblicazione del bando (8 giugno 2014) e che presentino il materiale con il quale intendono partecipare secondo le norme previste dal regolamento.

La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione e per la consegna dei materiali è fissata il 30 settembre 2015.

Regolamento, domanda di partecipazione, locandina del premio tutte le info sono disponibili sul sito www.martiniaward.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi