La proposta è rivolta a famiglie, parrocchie e movimenti ecclesiali che abbiano già legami di conoscenza, scambio e aiuto (o che vogliano crearne) con famiglie di altre diocesi in Italia, all’estero e in missione

Family 2012

Il VII Incontro mondiale delle famiglie è un’occasione di scambio culturale ed ecclesiale. Per favorire questa opportunità la Diocesi di Milano lancia l’iniziativa “Gemellaggi for Family 2012”, che ha lo scopo di rafforzare i legami di solidarietà già esistenti tra comunità ecclesiali o di crearne di nuovi intorno al tema della famiglia, del lavoro e della festa, al centro del grande evento internazionale che si svolgerà a Milano tra il 30 maggio e il 3 giugno alla presenza del Papa. Possono partecipare famiglie, parrocchie e movimenti. Offrendo la sola accoglienza e coprendo le spese di viaggio. Oppure offrendo solo una delle due possibilità, magari accordandosi con altri.

A chi è rivolta la proposta?

La proposta è rivolta a famiglie, parrocchie, movimenti ecclesiali della Diocesi ambrosiana che abbiano già legami di conoscenza, scambio, solidarietà (o che vogliano crearne) con altre famiglie, gruppi familiari, parrocchie e movimenti di altre Diocesi in Italia, all’estero e in missione.

Che cosa è richiesto a chi sceglie di gemellarsi?

Alla famiglia/parrocchia/movimento che sceglie di aderire all’operazione è richiesto di dare accoglienza per i giorni dell’Incontro. Si può, inoltre, decidere di contribuire alle spese di viaggio nel caso lo si ritenesse opportuno, quando per esempio la famiglia ospitata è indigente o il gemellaggio avviene con comunità ecclesiali di Paesi poveri e lontani. È consigliato che chi offre la propria disponibilità a gemellarsi, si prepari all’incontro, approfondendo per esempio la conoscenza del Paese e della realtà ecclesiale di provenienza degli ospiti (l’Ufficio missionario della Diocesi di Milano può dare consigli utili per individuare esperti e testimoni). Naturalmente è anche consigliata la partecipazione condivisa tra le realtà gemellate (quelle che danno ospitalità e quelle che la ricevono) agli appuntamenti più importanti del VII Incontro mondiale delle famiglie.

Come si attivano i Gemellaggi?

I Gemellaggi nascono dai legami di conoscenza e solidarietà tra famiglie, parrocchie e movimenti. È dunque opportuno che questi soggetti si accordino tra loro. Tuttavia affinché gli abbinamenti avvengano, è assolutamente necessario che la volontà di accogliere quello specifico gruppo di pellegrini (famiglia, movimento, parrocchia) sia comunicata alla Fondazione Milano Famiglie 2012.

Dunque, chi offre ospitalità, deve indicare la propria disponibilità, compilando sul sito www.family2012.com il modulo accoglienza, indicando nel campo “Gemellaggi for Family 2012” i dati della famiglia, del movimento, della parrocchia che si intende ospitare. Chi, invece, sarà ospitato dovrà indicare nel modulo di iscrizione, sempre su www.family2012.com, i dati della famiglia, del movimento o della parrocchia disponibile ad accoglierlo.

Entro quale data occorre segnalare il gemellaggio?

La richiesta di gemellaggio deve essere effettuata on line sia da parte di chi offre ospitalità, sia da parte di chi la riceve entro il 31 marzo.

Quando e come sarà comunicato l’avvenuto abbinamento?

Fondazione Milano Famiglie 2012 comunicherà via mail l’avvenuto abbinamento alla famiglia o (nel caso di parrocchie e movimenti) al Responsabile operativo locale (Rol) entro il mese di aprile

Come posso procedere per favorire il rilascio dei visti degli ospiti?

Fondazione Milano Famiglie 2012 invierà una lettera di invito alla famiglia o al responsabile della parrocchia o del movimento che si intende ospitare nel momento in cui avranno completato l’iscrizione. Questa lettera dovrà essere consegnata all’ambasciata o alla rappresentanza italiana del Paese, insieme al resto della documentazione richiesta. Il documento è privo di qualsiasi valore giuridico, ma può rappresentare un elemento di valutazione aggiuntivo da parte delle autorità del Paese di provenienza degli ospiti (per ulteriori informazione sui visti: scaricare il documento faq visti dal sito www.family2012.com)

Come posso contribuire alle spese di viaggio dei miei ospiti?

Fondazione Milano Famiglie 2012 si preoccuperà di effettuare gli abbinamenti e di favorire le pratiche burocratiche, come nel caso dei visti, ma non svolgerà alcuna funzione di intermediazione negli scambi di denaro. Quindi è necessario che i pagamenti delle spese di viaggio avvengano secondo le modalità concordate tra i due soggetti del gemellaggio (chi offre e chi riceve ospitalità).

Sono previste convenzioni con agenzie di viaggio per chi partecipa all’iniziativa “Gemellaggi for Family 2012”?

L’agenzia Duomo Viaggi & Turismo (via Baracchini 9 a Milano, tel. 02.7259931) è specializzata nell’organizzazione di pellegrinaggi da oltre 40 anni. L’agenzia è in grado di offrire le tariffe migliori sul mercato. In particolare garantisce agevolazioni e favorevoli modalità di pagamento alle parrocchie che partecipano all’iniziativa “Gemellaggi for Family 2012”.

Si può partecipare all’iniziativa “Gemellaggi for Family 2012” anche se non si può accogliere i pellegrini?

L’iniziativa nasce dall’esigenza di valorizzare i legami tra famiglie e comunità ecclesiali di realtà differenti. L’accoglienza è dunque un tratto qualificante di questa esperienza. Tuttavia è data la possibilità di partecipare all’iniziativa, anche nel caso la propria famiglia, parrocchia o movimento non possa mettere a disposizione posti letto per i pellegrini. Si può per esempio fare un’offerta al “Fondo accoglienza Famiglie dal mondo”, gestito da Fondazione Milano Famiglie 2012, per coprire le spese di viaggio e/o di pernottamento (magari in un albergo vicino alla propria comunità). I versamenti vanno effettuati sul conto corrente IBAN IT16Q0306901629100000014189. Causale: Gemellaggi for Family 2012.

Posso gemellarmi con una realtà missionaria legata ai fidei donum ambrosiani?

Sì, è possibile. L’Ufficio missionario della Diocesi ambrosiana (tel. 02.8556271) provvederà a indicarvi la chiesa in terra di missione con cui potrete gemellarvi. Se siete una parrocchia, potrete anche accordavi con altre comunità ecclesiali per dividervi i compiti: una parrocchia accoglie, l’altra sostiene le spese di viaggio. Anche in questo caso l’accordo va segnalato all’Ufficio missionario.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi