Alle 20.30 al Piccolo Teatro Studio Melato la terza serata del ciclo partirà dalle storie di giovani immigrati e dai dati del Rapporto Giovani: il 70% dei giovani italiani ritiene che i migranti siano troppi. Interventi di Aldo Bonomi, Mario Morcone, Riccardo Redaelli e Antoine Messarra. Per partecipare invia una mail a comunicazione@piccoloteatromilano.it

redaelli riccardo

Il 70% dei giovani italiani ritiene che i migranti siano troppi e per molti di loro la presenza di immigrati rende insicuro il paese (più del 60% la pensa in questo modo). Quasi il 40% dei giovani italiani si dichiara ostile verso i migranti; ma anche i non national in Italia sono diffidenti nei confronti del paese ospitante (32,9%). Emerge un’immagine di timore reciproco, che alimenta la paura nei confronti di chi lascia la propria terra per cercare prospettive di vita migliori nel nostro paese. I dati emergono dalle rilevazioni effettuate dall’Istituto Toniolo e inserite nel Rapporto Giovani 2016 e proprio il sentimento di paura verso chi scappa da miseria, guerre e persecuzioni e approda nel nostro Paese e nelle nostre città corre il rischio di essere strumentalizzato. 
Da dove nasce questa paura e soprattutto come fare per superarla? Come affrontare il dramma della migrazioni? Se ne parlerà lunedì 23 maggio 2016 alle 20.30 durante la terza serata dei Dialoghi di vita buona al Piccolo Teatro Studio Melato di via Rivoli 6 a Milano, dal titolo “Confini e migrazioni: paure e soluzioni”.
I protagonisti saranno il prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno; il professor Antoine Messarra membro del Consiglio Costituzionale libanese e titolare della Cattedra Unesco di Religioni comparate, mediazione e dialogo dell’Université Saint-Joseph di Beirut; e Riccardo Redaelli professore di Geopolitica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che esporranno le loro tesi sul tema della serata sotto forma di Ted Event. I loro interventi saranno introdotti dal prof. Aldo Bonomi, sociologo e dai dati del “Rapporto Giovani” dell’Istituto Toniolo, presentati da Cristina Pasqualini, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. 
Successivamente i protagonisti si confronteranno con il pubblico in un dialogo condotto da Alessandro Zaccuri, giornalista di Avvenire.
Si esibirà al pianoforte Enrico Intra.
ArtsFor ed Ente dello Spettacolo presenteranno un filmato di foto d’autore ispirato alle parole di Papa Francesco, e dedicato ai temi universali del Giubileo Straordinario della Misericordia.
La serata è ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento dei posti disponibili, presentandosi a teatro. Per prenotare un posto al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano è necessario inviare una mail all’indirizzo comunicazione@piccoloteatromilano.it o telefonare al numero 02.72333301.
Nati per iniziativa del cardinale Angelo Scola e del professore Massimo Cacciari, i “Dialoghi di vita buona” sono promossi da diverse realtà culturali, sociali, economiche della metropoli milanese e vogliono essere una risposta comune alla frammentazione che caratterizza la nostra società.
E’ possibile mandare le proprie domande ai relatori alla mail partecipa@dialoghidivitabuona.it oppure attraverso l’account twitter @dialoghivb utilizzando l’hashtag #dialoghi #migranti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi