Alla ricerca della Grande BellezzaProtagonisti, tra gli altri Torno, Daverio e la Simoni

san remigio sedriano

A Sedriano è una tradizione ormai consolidata quella di valorizzare il tempo della Quaresima per approfondire alcune tematiche della vita cristiana. Anche quest’anno, quindi, la parrocchia propone un percorso di riflessione di ampio respiro.
Il tema scelto è la bellezza. Lo spunto per approfondire questo tema viene dalla lettura di due testi che hanno segnato profondamente il cammino della Chiesa milanese. In ordine di tempo: la lettera pastorale del cardinal Carlo Maria Martini “Quale bellezza salverà il mondo” e la lettera pastorale del cardinal Angelo Scola “Il campo è il mondo”.  Martini scriveva la sua lettera nel 1999. Erano tempi difficili: l’indagine di Mani Pulite aveva portato alla luce un mondo sommerso di corruzione che coinvolgeva i partiti politici di tutto l’arco costituzionale; la stagione nera degli “anni di piombo” sembrava ormai alle spalle, ma nuovi attentati si erano verificati e rumori di guerra si facevano sentire.
L’Arcivescovo di Milano già nell’introduzione poneva al lettore domande di forte impatto che, lette oggi, mantengono tutta la loro attualità. “In questo anno 2000, che sta sulla soglia fra due secoli e due millenni, mentre facciamo memoria del dono dell’incarnazione del Figlio di Dio, compiutasi venti secoli fa, vorrei anzitutto aiutare a riflettere sul significato del tempo e della storia. A che punto siamo del cammino umano? Come è stato finora accolto il dono di Dio, che è il Signore Gesù? Come lo abbiamo accolto noi, credenti in Lui? Che senso può avere l’entrare in un nuovo millennio? Questa domanda assume una particolare drammaticità a causa dei recenti eventi della guerra nei Balcani e degli odi etnici che essa ha così violentemente manifestato: come è possibile che il secolo ventesimo si chiuda con esperienze tanto drammatiche, come se nulla avessimo imparato dalle tragiche lezioni delle due guerre mondiali, dai genocidi perpetrati e dalla caduta delle ideologie?”.
Accogliendo l’invito di Martini, vogliamo offrire un percorso per riflettere sul significato del tempo e della storia. Si collocano su questo sentiero gli interventi della giornalista Mediaset Gabriella Simoni (che ha per tema, attualissimo “Il fascino dell’Isis”) e di Francesca Consolini, postulatrice della causa di beatificazione di Carlo Acutis, che farà conoscere la figura di questo giovane, la sua fede, la sua testimonianza.
Due volti contrapposti delle nostra storia. Da una parte la minaccia dell’Islam fondamentalista, inquietante e spaventosa; dall’altra il racconto della santità di un ragazzo come tanti che ha vissuto pienamente la sua breve stagione di vita e che, in poco tempo, è diventato un riferimento per tanti giovani in tutto il mondo.
Lo sguardo sul mondo quale campo di lavoro nell’evangelizzazione (cfr. Lettera pastorale del cardinal Scola “Il campo è il mondo”) costringe a guardare in faccia alla realtà così come essa si presenta. Gli interventi di Armando Torno, giornalista del Corriere della Sera e di Radio24, e del critico d’arte Philippe Daverio aiuteranno ad accostare il complesso tema della bellezza che va oltre la cifra estetica.
A chiusura del ciclo di incontri, per introdurre la Settimana Santa, viene proposto l’ascolto della “Passione secondo Matteo” di Telemann. Il coro e l’orchestra dell’Assunta in Vigentino di Milano offrono alla parrocchia di Sedriano, e a tutti quelli che vorranno partecipare, questo viaggio musicale bello e affascinante.

Il programma in dettaglio:

Giovedì 26 febbraio ore 21.00 – Cineteatro Agorà Sedriano: Armando Torno
Bello uguale a vero, uguale a bene
con la partecipazione del “Quartetto dell’Assunta”

Venerdì 6 marzo ore 21.00 – Cineteatro Agorà Sedriano: Philippe Daverio
“La bellezza salverà il mondo?”

Venerdì 13 marzo ore 21.00 – Cineteatro Agorà Sedriano: Gabriella Simoni
“Il fascino dell’Isis”

Venerdì 20 marzo ore 21.00 – Cineteatro Agorà Sedriano: Francesca Consolini
E il cielo sorrise… Carlo Acutis un giovane, la sua fede, la sua
testimonianza.

Venerdì 27 marzo ore 21.00 chiesa parrocchiale San Remigio Sedriano
Passione di Matteo – di G. F. Telemann
A cura di: Amos Mariani e don Roberto Mazzucchelli
Al concerto è legata una iniziativa benefica a favore dell’Associazione
“Mama Afrika” che opera in Kenia per la costruzione di una scuola e dei
pozzi di acqua potabile.

 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi