I ragazzi dell’Istituto Floriani impegnati nella ristrutturazione dell’impianto di illuminazione della Chiesa Nuova di Assisi. Quando l’apprendimento diventa servizio

Venerdì 26 ottobre un gruppo di ragazzi del Floriani di Vimercate, accompagnati dai loro professori, si recheranno ad Assisi per realizzare il progetto che ristrutturerà l’intero impianto di illuminazione della Chiesa Nuova di Assisi. Il progetto coinvolge alcune imprese del territorio (Biesse spa e Studio Luce), vede il coordinamento del vicepreside professor Giuseppe Miriadi, e la collaborazione di Fabrizio Ruggeri (illuminotecnico), dell’ingegner Antonio Di Palo e del professor Salvatore Pacifico. Il tutto pensato e realizzato con l’entusiastica adesione dei Frati Minori della Provincia Serafica di Assisi.

Il nuovo impianto di illuminazione della chiesa sarà interamente messo in opera dal lavoro dei ragazzi sotto le direttive dei responsabili del progetto. I ragazzi, tra l’altro, sono lavoratori a tutti gli effetti dell’azienda Società Electrical Safety snc , impresa formativa simulata costituita presso il Floriani e regolarmente registrata presso la Camera di Commercio di Monza MB. La Società Electrical Safety snc realizza opere di illuminazione e impianti elettrici per enti, imprese e territorio. L’impresa formativa simulata è parte integrante del progetto di alternanza scuola-lavoro e rappresenta una tappa decisiva e fondamentale del curricolo di studio e del percorso educativo dei ragazzi del Floriani.

Il nuovo impianto di illuminazione consentirà di realizzare due obiettivi: da un lato migliorare sensibilmente l’illuminazione della chiesa del paese di san Francesco, dall’altro ridurre i consumi e i costi di gestione. Per raggiungere questi scopi il progetto prevede la ricollocazione dei punti-luce, l’introduzione di nuove sorgenti luminose e l’utilizzo della tecnologia Led. La riduzione dei consumi di circa il 3% si affiancherà al beneficio di un sensibile aumento dell’illuminazione. L’utilizzo della tecnologia Led, inoltre, metterà in risalto la bellezza della chiesa e delle sue preziose opere d’arti. La tecnologia Led, infine, ha anche un altro beneficio quello di non “rovinare” ne usurare i dipinti e gli interni del santuario.

La realizzazione di questo progetto ha rappresentato non solo un importante esperienza di lavoro per ragazzi e docenti, ma anche un sensibile impegno di solidarietà e di promozione umana. Un significativo esempio di come il lavoro può coniugare felicemente le esigenze della competitività e dell’efficienza a quelle della solidarietà mostrando come l’apprendimento diventa servizio. L’Istituto Floriani ringrazia vivamente i cittadini che hanno aderito all’appello lanciato nei mesi scorsi per una raccolta fondi che consentisse di coprire i costi dei materiali e delle attrezzature. I circa 10 mila euro necessari sono stati coperti dai versamenti delle famiglie, degli studenti, dei docenti, dei cittadini e di enti che da un lato hanno “ridato luce” alla Chiesa Nuova di Assisi e dall’altra hanno creduto nel lavoro di ragazzi e docenti del Floriani. Anche i tecnici della Biesse spa e dello Studio Luce hanno messo a disposizione le loro competenze con disponibilità e spirito di gratuità. Il cerchio di solidarietà si chiude grazie all’ospitalità garantita dai frati di Assisi ai ragazzi e ai lavoratori per tutti i giorni necessari a mettere in opera l’impianto.

«Ogni scuola ha una missione da insegnare ai giovani perché gli studenti si devono sentire protagonisti del proprio futuro – afferma Enrico Danili, dirigente scolastico dell’Istituto Floriani di Vimercate -. Per questo con i giovani del nostro istituto cerchiamo sempre di proporre nuove attività che li rendano capaci di costruirsi una professione una volta usciti dalla nostra scuola».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi