Sono 61 quelle avviate in diocesi, tre delle quali nella città di Milano. Coinvolte oltre 700 mila persone. Presto disponibile un Vademecum


Redazione

Comunità pastorali

Una grande trasformazione sta avvenendo nella Chiesa ambrosiana, che segnerà sempre più il suo futuro. Una rivoluzione sottotraccia, ma consistente: sono già 61 le Comunità pastorali avviate in diocesi, di cui 3 nella città di Milano. Un fenomeno corposo, visto che coinvolge oltre 700 mila persone.
È il “cantiere” aperto che riguarda diversi ambiti, ma che vede questa nuova modalità di essere Chiesa al centro del cambiamento. Per essere tale ha però la necessità di una profonda maturazione ecclesiale: si devono abbattere muri, più o meno virtuali, tra una parrocchia e quella vicina, imparando a vivere la comunione oltre il cancello del proprio oratorio.
Un mettersi insieme per allargare i propri orizzonti e che vede i laici in prima linea. È questa l’occasione per vivere sempre più le speranze del Concilio, di una Chiesa dove la corresponsabilità ecclesiale si fa nella quotidianità, riscoprendo una fede che punta all’essenziale per essere maggiormente missionaria.
La diocesi accompagnerà questo cambiamento anche con un Vademecum – presto disponibile – per aiutare a costruire le nuove Comunità pastorali.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi