L’incontro in occasione della festa del patrono della categoria.
A dialogare con l’Arcivescovo, il direttore de “Il Sole 24 ore”
Roberto Napoletano

sales 2012

Oltre duecentocinquanta giornalisti e operatori della comunicazione hanno partecipato nella mattina di sabato 28 gennaio all’incontro organizzato dalla Diocesi di Milano in occasione della festa del patrono san Francesco di Sales all’Istituto dei Ciechi di Milano.
L’Arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, ha dialogato con il Direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano sulla professione, i cambiamenti che vive la comunicazione, le modalità con cui il giornalista affronta i temi delle difficoltà economiche e sociali che vive oggi la società.
Nella seconda parte dell’incontro l’Arcivescovo ha risposto alle domande poste dai giornalisti presenti in sala.
Tra i molti argomenti toccati – dalla scuola alla politica, dalla vita alle difficoltà vissute dai giovani – è tornato ancora sulle questioni legate al mestiere del giornalista.
«Occorre che ogni soggetto – ha detto il Cardinale – dica le sue ragioni nel dibattito pubblico soprattutto sulle questioni decisive come l’amore, le differenze sessuali, la famiglia, la vita, la morte, perché sono questioni che ci bruciano addosso tutti i giorni».
«Il giornalismo ha due nemici: il primo è la falsa oggettività – ha proseguito poi l’Arcivescovo. – È importante come si pone il giornalista quando narra il fatto di cronaca, se dichiara il suo pre-giudizio sulle cose. Il pre-giudizio è inevitabile, dunque dichiararlo è condizione di rispetto nei confronti delle persone e dei fatti. Il secondo nemico è la verosimiglianza, scambiare la verosimiglianza con la verità».
Al termine dell’Incontro il cardinale Scola ha partecipato, insieme agli intervenuti alla mattinata, all’“Aperitivo al buio” offerto dall’Istituto dei ciechi.
 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi