Vi partecipano più di 500 soci tra ammalati, disabili e volontari. Musei Vaticani e Cappella Sistina accessibili per 50 disabili in carrozzina, poi l’Angelus alla Grotta di Lourdes. L’evento documentato fotograficamente giorno per giorno

pellegrinaggio giubilare Unitalsi

Da lunedì 14 a mercoledì 16 marzo si svolge il pellegrinaggio giubilare dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) della sezione Lombarda, composto da più di 500 soci, di cui 50 ammalati in carrozzina, che raggiungerà la capitale con 2 treni e 16 pullmini attrezzati.

Un pellegrinaggio intenso, quello che attende i volontari e disabili dell’Unitalsi. Dalla visita ai Musei Vaticani, all’Angelus alla Grotta di Lourdes riprodotta nei Giardini vaticani, al passaggio giubilare alla Porta di Santa nella Basilica di Santa Maria Maggiore, fino alla visita della Tomba di Pietro e all’udienza generale del mercoledì.

Per la prima volta, grazie alla preziosa collaborazione del dottor Sandro Barbagallo (Ufficio accoglienza dei Musei Vaticani), la visita degli amici disabili sarà resa più accessibile. Infatti anche i 50 disabili in carrozzina faranno il loro ingresso in Vaticano effettuando un percorso riservato e guidato, che permetterà ai pellegrini di ammirare lo splendore dell’arte e la gloria della natura della città leonina.

«È il primo pellegrinaggio nell’Anno straordinario della Misericordia – dichiara Salvatore Pagliuca, presidente nazionale Unitalsi – in cui parteciperanno molti amici in difficoltà. Ben 50 disabili in carrozzina visiteranno per la prima volta i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e la Grotta di Lourdes riprodotta in Vaticano, un desiderio di molti soci in difficoltà che potranno così vivere un’esperienza unica irripetibile e un Giubileo straordinario».

Il pellegrinaggio sarà guidato dal Vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti, Vescovo di Lodi, da monsignor Giovanni Frigerio, da Vittore De Carli (presidente Unitalsi Lombarda), e coadiuvato da don Gianni Toni, assistente della Sezione Romana Laziale Unitalsi e dal suo presidente Preziosa Terrinoni.

Lunedì 14 marzo il pellegrinaggio sarà aperto ufficialmente presso la Basilica di Santa Maria Maggiore con il passaggio della Porta Santa e successivamente con la celebrazione liturgica all’altare papale, presieduta dal cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura.

Al termine della santa messa, alcuni responsabili dell’Unitalsi deporranno un mazzo di rose bianche alla Madonna Salus Popoli Romani nella Basilica di Santa Maria Maggiore. Un gesto svolto da Sua Santità, Papa Francesco alla vigilia della partenza e al ritorno di ogni suo viaggio apostolico.

Martedì 15 marzo, alle 8, si svolgerà la visita dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina. Terminata la visita, il gruppo raggiungerà la Grotta di Lourdes riprodotta in Vaticano, dove alle 12 è in programma la recita dell’Angelus, presieduta da monsignor. Rino Fisichella, presidente Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione.

Nel pomeriggio alle 14.30 il passaggio della Porta Santa a San Pietro e alle 16.30 presso l’altare della Cattedra si celebrerà la funzione eucaristica presieduta dal cardinale Angelo Comastri, Arciprete della Basilica papale di San Pietro.

Mercoledì 16 marzo a Piazza San Pietro per l’Udienza Generale con papa Francesco che concluderà il pellegrinaggio giubilare.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi