Vengono sospese le attività "in presenza" della vita dell'oratorio a seguito dell'inserimento della Lombardia nella cosiddetta "zona rossa". Le indicazioni a cura dell'Avvocatura della Diocesi sono valide dal 6 al 20 novembre 2020, per i "quindici giorni" previsti dal DPCM


covid-chiesa-sitto

 

In seguito all’assegnazione della “zona rossa” al territorio della Lombardia vista l’evoluzione epidemiologica, l’Avvocatura della Diocesi ha riassunto in una Nota le disposizioni circa la possibilità di svolgere alcune attività in parrocchia che entrano in vigore dal 6 novembre e hanno una durata temporanea di 15 giorni (così come prevede il nuovo DPCM).

 

Fino al 20 novembre dunque si ritengono sospese alcune attività “in presenza” che riguardano in particolare l’oratorio.

 

Sono dunque sospese in particolare le seguenti attività “in presenza”:
– le riunioni e gli incontri;
– la catechesi dell’iniziazione cristiana e i percorsi formativi delle diverse fasce d’età;
– la libera frequentazione degli ambienti oratoriani;
– l’attività dei bar degli oratori; 
– la concessione degli spazi parrocchiali a terzi;
– gli spettacoli teatrali e i concerti;
– le “convivenze” e le “vite comuni”;
– le feste, anche concedendo spazi a terzi;
– gite e uscite di vario tipo;
– gli sport di contatto e gli allenamenti sportivi di squadra e di contatto.

La Nota sottolinea come la catechesi per l’Iniziazione cristiana e gli altri percorsi di fede per preadolescenti, adolescenti e giovani debbano continuare in modalità a distanza (online).

 

Occorrerà dunque attrezzarsi per attivare un collegamento con le famiglie dei ragazzi, per un accompagnamento formativo periodico da parte delle comunità educanti, secondo percorsi il più possibile continuativi e costanti. Nel caso di eventuali nuovi sviluppi in senso migliorativo, dopo il 20 novembre 2020, si potrebbe tornare ad una modalità “in presenza”.

 

Per quanto riguarda il Doposcuola si raccomanda fortemente la modalità a distanza (online).

Anche tutti gli altri incontri e riunioni si potranno continuare a svolgere solo online.

 

Non mancheranno dunque “creatività” e “sapienza pratica” per attivare al più presto le nuove modalità di partecipazione alla vita dell’oratorio e ai percorsi di fede, oltre che per promuovere incontri online di formazione, programmazione e progettazione che è possibile impostare in questi giorni, convogliando la parte viva della comunità attorno all’oratorio, perché ancora una volta dia il proprio sostegno in questa difficile fase.

 

Seguendo i protocolli vigenti, sarà possibile per tutti partecipare alle celebrazioni eucaristiche e a momenti di preghiera (disponendo con sé di apposita autodichiarazione: cfr. modelli forniti dall’Avvocatura). 

 

È possibile amministrare il Sacramento della Penitenza individuando luoghi ampi e areati e riservati, nel rispetto del reciproco distanziamento e, naturalmente, con la mascherina.

 

L’Avvocatura ha anche pubblicato le disposizioni circa le celebrazioni delle Prime Comunioni e delle Cresime indicando, fra l’altro, che «vista la particolare situazione, è bene che il Parroco faccia discernimento con la Comunità cristiana (specie con il Consiglio Pastorale o i catechisti) circa l’opportunità di celebrare i sacramenti nelle date fissate nel mese di novembre o se rinviare a un altro periodo». Rimandiamo alle disposizioni cliccando qui

 

Attenzione!
Stiamo preparando un webinar dedicato alle comunità educanti di preadolescenti e adolescenti per suggerire approcci e modalità per entrare in contatto con i ragazzi loro affidati, considerando gli scenari che potremmo vivere nelle prossime settimane.

Il webinar per le comunità educanti di preado e ado è previsto per la serata di venerdì 13 novembre 2020 dalle ore 20.45 alle ore 22.00 ca. Daremo maggiori informazioni in seguito. Useremo la piattaforma www.oramiformo.it per le iscrizioni. 

 

Per altri chiarimenti e per le note ufficiali e la modulistica rimandiamo al sito dell’Avvocatura: www.chiesadimilano.it/avvocatura/

Ti potrebbero interessare anche: