Numerosi gli interventi di Papa Francesco durante la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù di Panama: l'invito è quello di meditarli nel proprio cuore e comunitariamente per continuare il cammino che ci condurrà verso il domani, verso la prossima GMG di Lisbona nel 2022.


XXXIV GMG di Panama - Papa Francesco

Si è conclusa la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù di Panama.

In occasione del saluto finale Papa Francesco così si è rivolto ai giovani: «E a voi, cari giovani, un grande «grazie». La vostra fede e la vostra gioia hanno fatto vibrare il Panamá, l’America e il mondo intero. Come abbiamo ascoltato tante volte in questi giorni nell’inno di questa Giornata: “Siamo pellegrini che veniamo oggi qui da continenti e città”. Siamo in cammino: continuate a camminare, continuate a vivere la fede e a condividerla. Non dimenticatevi che non siete il domani, non siete il “frattanto”, ma l’adesso di Dio.

Già è stata annunciata la sede della prossima Giornata Mondiale della Gioventù (N.d.R. Lisbona nel 2022). Vi chiedo di non lasciar raffreddare ciò che avete vissuto in questi giorni. Ritornate alle vostre parrocchie e comunità, nelle vostre famiglie e dai vostri amici, trasmettete quello che avete vissuto, perché altri possano vibrare con la forza e la speranza concreta che voi avete. E con Maria continuate a dire “sì” al sogno che Dio ha seminato in voi.

E, per favore, non dimenticatevi di pregare per me».

Affinché l’entusiamo legato alla GMG di Panama non si raffeddi, l’invito è quello di rileggere e meditare nel proprio cuore e comunitariamente le parole che Papa Francesco ha pronunciato in occasione dei suoi interventi (cliccare qui).

Sarà un modo per alimentare quella passione dell’amore senza la quale manca tutto, come lo stesso Papa Francesco ha sottolineato in occasione dell’omelia della Messa conclusiva della XXXIV GMG: «Voi, cari giovani, non siete il futuro. Ci piace dire: “Voi siete il futuro…”. No, siete il presente! Non siete il futuro di Dio: voi giovani siete l’adesso di Dio! Lui vi convoca, vi chiama nelle vostre comunità, vi chiama nelle vostre città ad andare in cerca dei nonni, degli adulti; ad alzarvi in piedi e insieme a loro prendere la parola e realizzare il sogno con cui il Signore vi ha sognato.

Non domani, adesso, perché lì, adesso, dov’è il tuo tesoro, lì c’è anche il tuo cuore (cfr Mt 6,21); e ciò che vi innamora conquisterà non solo la vostra immaginazione, ma coinvolgerà tutto. Sarà quello che vi fa alzare al mattino e vi sprona nei momenti di stanchezza, quello che vi spezzerà il cuore e che vi riempirà di meraviglia, di gioia e di gratitudine. Sentite di avere una missione e innamoratevene, e da questo dipenderà tutto (cfr Pedro Arrupe, S.J., Nada es más práctico). Potremo avere tutto, ma, cari giovani, se manca la passione dell’amore, mancherà tutto. La passione dell’amore oggi! Lasciamo che il Signore ci faccia innamorare e ci porti verso il domani!”.

LE PAROLE DI PAPA FRANCESCO ALLA XXXIV GMG DI PANAMA

Ti potrebbero interessare anche: