A Cortabbio di Primaluna un itinerario artistico e musicale alla scoperta della devozione popolare

Enerbia

Continuano le iniziative organizzate dal festival Voces x Expo. Il filo conduttore della programmazione è Leonardo da Vinci, una scelta mirata a promuovere i luoghi che sono stati da lui visitati e a scoprire il patrimonio artistico che recepisce la lezione leonardesca.

L’appuntamento è sabato 5 settembre alle 17.30 presso il Santuario di Santa Maria Bambina a Cortabbio di Primaluna (Lc), dove si svolgerà una visita guidata a cura di Marco Sampietro. Costruito in seguito a un’apparizione mariana avvenuta nel 1535 e più volte rimaneggiato, l’edificio contiene una preziosa tavola raffigurante una Madonna addolorata fra i santi Rocco e Sebastiano risalente al primo Cinquecento; gli studiosi, dopo averla attribuita al Bergognone e alla sua scuola,  vi individuano anche influssi tipicamente veneti. Nella chiesa è inoltre conservata una significativa collezione di ex voto, tipica espressione della devozione popolare.

Dopo la visita, dalle 19 chi lo desidera può cenare con un menù a base di prodotti tipici valsassinesi presso l’Agriturismo Due Soli (Via Cavallotto, 2) al prezzo speciale di euro 18 prenotandosi al numero 0341 – 98 14 75 (possibilmente entro il 3 settembre)

La giornata si chiude alle 21.30 nel Santuario di S. Maria Bambina in Cortabbio con un concerto dell’Ensemble Enerbia dal titolo Rosa, giglio e fiore – Canti della tradizione popolare nord-italiana. Si tratta di un travolgente programma di canti della tradizione popolare nord-italiana, caratterizzati dall’intreccio fra civiltà contadina e religiosità che era la cifra della vita di un tempo; i testi e le melodie sono un riflesso di quella stessa dimensione spirituale che ha suscitato la costruzione del santuario. I travolgenti musicisti dell’Ensemble Enerbia, uno dei più importanti gruppi italiani specializzati in questo repertorio, uniranno le voci a una schiera di strumenti tipici della tradizione italiana: Maddalena Scagnelli canta e suona il violino e il salterio, Carlo Gandolfi la sonora piva, Franco Guglielmetti è alla fisarmonica e Massimo Visalli alla chitarra; le fresche voci di Elisa Dal Corso e Anna Perotti completano i timbri suggestivi che risuoneranno al cospetto della severa bellezza del Grignone, che si erge di fronte al  Santuario.

Il concerto è organizzato con il patrocinio del Comune di Primaluna e il sostegno di Regione Lombardia, Fondazione della Provincia di Lecco, Banca della Valsassina Credito Cooperativo, Acel Service.

Info: tel. 0341.282156; 392.4671504; 380.7064680; resmusica@alice.itwww.voces.artemusicfestival.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi