Convegno annuale promosso dal Gatal a Villa Cagnola. Il tema è “La cassetta degli attrezzi”, con riferimento alla formazione che prepara all’ingresso in scena

di Roberto ZAGO

Convegno Gatal

Sabato 15 e domenica 16 settembre, presso Villa Cagnola di Gazzada, avrà luogo il convegno teatrale organizzato dal Gatal. Dal 1969 l’appuntamento viene ripetuto ogni anno con gli stessi scopi. Come disse un cronista informato, la storia ormai cinquantennale dei filodrammatici delle compagnie ambrosiane – che ebbe inizio con don Lorenzo Longoni nel 1962 – senza i convegni sarebbe senz’altro meno ricca. Il tradizionale ritrovarsi di vera amicizia tra persone che hanno i medesimi intenti contiene anche e soprattutto finalità tecniche, dettate dall’impellenza di produrre un teatro vitale e dignitoso, che favorisca la presenza culturale di ispirazione cristiana nei moltissimi centri di città e paesi dove esistono le Sale della Comunità.

La “Gazzada 2012”, come viene definito il convegno, si prefigge un programma sintetizzato dal motto “La cassetta degli attrezzi”, nel metaforico senso di laboratorio. Improntato su tre elementi fondamentali del teatro – l’attore, il testo e il regista – ogni settore verrà esplorato con specifici esercizi da parte dei convegnisti, e ciascuno ne coglierà il necessario per arricchire, o integrare, la personale “cassetta degli attrezzi”. Pertanto, avrà modo di attrezzare il corpo e la voce alla poetica del testo che verrà allestito, secondo l’interpretazione del regista che ne è l’esecutore diretto: una sintesi efficace di teatro al vivo.

Condotto da un professionista di valore come Felice Invernici, attore di lungo corso presso compagnie famose, oltre che regista e doppiatore, il convegno, altre volte basato su temi contenutistici, si annuncia denso di movimento e stile pratico. Invernici è pure docente di scuole teatrali e conduce il corso annuale degli allievi del Gatal, concluso recentemente con un riuscito saggio tratto da un testo di Jonesco.

A corredo del convegno, nella serata di sabato la compagnia dei giovani del Gatal “Per aspera ad astra” rappresenterà lo spettacolo “Francamente… Wilde”, realizzato su divertenti opere di Oscar Wilde, frutto del corso di recitazione di Anna Maria Ponzellini, che lo conduce da otto anni con gli stessi allievi. Villa Cagnola è uno splendido sito di verde natura che rallegra le pause tra una lezione e l’altra. Insomma, c’è tutto per una “due giorni” intensa e serena.

Il costo del Convegno è di 90 euro in camera doppia, 100 per quella singola. È possibile anticipare l’arrivo al venerdì pomeriggio, per una presenza definita facoltativa e in totale amicizia, il cui costo è di 60 euro. Si raccomanda di prenotare con rapidità i posti presso il Gatal, la cui sede a Milano è in via Brolo 5 aperta nei giorni feriali.

Info: tel. 02.76002003; gruppoat@gatalteatro.191.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi