In aprile partono le lezioni della Sport Business Academy, promossa da Sda Bocconi e Rcs Sport per�fornire professionalità a dirigenti di club, leghe, enti no profit e federazioni

di Mauro COLOMBO
Redazione

Ricordate Alberto Sordi avventuroso erede del padre alla presidenza del mitico “Borgorosso Football Club”? In quel film il celebre Albertone rappresentava efficacemente il pressapochismo con cui negli anni Sessanta ci si improvvisava dirigenti sportivi. Oggi non è più così, né potrebbe esserlo: a un manager dello sport sono richieste competenze e professionalità per operare efficacemente in un mondo altamente competitivo.
A questa esigenza vuole rispondere la Sport Business Academy ideata da Sda Bocconi e Rcs Sport, che sta per prendere il via a Milano. Due i corsi previsti: il primo inizierà in aprile ed è mirato a formare manager dello sport; il secondo, in autunno, è rivolto invece al settore del marketing.
«Con manifestazioni sportive complesse e anche economicamente rilevanti nella loro organizzazione, oggi più che mai lo sport richiede managerialità – spiega Giacomo De Laurentis, direttore dell’Executive Education Open Programs Division della Sda Bocconi -. In una duplice versione: da una parte ci sono ex atleti che, terminata l’attività agonistica, si dedicano alla carriera dirigenziale e che necessitano di “irrobustire” le loro capacità. Dall’altra ci sono aziende che investono molto nello sport in termini di sponsorizzazione e organizzazione di eventi e che, a loro volta, devono disporre di manager con competenze specifiche. Noi e Rcs Sport intendiamo soddisfare questo fabbisogno di formazione». Ricordate Alberto Sordi avventuroso erede del padre alla presidenza del mitico “Borgorosso Football Club”? In quel film il celebre Albertone rappresentava efficacemente il pressapochismo con cui negli anni Sessanta ci si improvvisava dirigenti sportivi. Oggi non è più così, né potrebbe esserlo: a un manager dello sport sono richieste competenze e professionalità per operare efficacemente in un mondo altamente competitivo.A questa esigenza vuole rispondere la Sport Business Academy ideata da Sda Bocconi e Rcs Sport, che sta per prendere il via a Milano. Due i corsi previsti: il primo inizierà in aprile ed è mirato a formare manager dello sport; il secondo, in autunno, è rivolto invece al settore del marketing.«Con manifestazioni sportive complesse e anche economicamente rilevanti nella loro organizzazione, oggi più che mai lo sport richiede managerialità – spiega Giacomo De Laurentis, direttore dell’Executive Education Open Programs Division della Sda Bocconi -. In una duplice versione: da una parte ci sono ex atleti che, terminata l’attività agonistica, si dedicano alla carriera dirigenziale e che necessitano di “irrobustire” le loro capacità. Dall’altra ci sono aziende che investono molto nello sport in termini di sponsorizzazione e organizzazione di eventi e che, a loro volta, devono disporre di manager con competenze specifiche. Noi e Rcs Sport intendiamo soddisfare questo fabbisogno di formazione». Proposta a 360 gradi L’Academy si indirizza al mondo dello sport in modo del tutto trasversale. «Ogni disciplina ha ormai una sua rilevanza nazionale e internazionale – conferma De Laurentis -. Pensiamo per esempio al rugby e al boom di interesse e di attenzione che ha suscitato nel nostro Paese negli ultimi anni». Allo stesso modo, i manager formati dall’Academy potranno mettere la loro competenza a disposizione di società, associazioni, leghe, federazioni o enti di promozione: «Realtà che hanno bisogno di lavorare insieme tra loro, “in rete”, e quindi di avere una base culturale comune – rileva il docente -. Questa necessità di interazione fa sì che il nostro contributo formativo possa essere utile indifferentemente a ciascuna di loro».Il primo corso della Academy si propone a persone tra i 30 e i 40 anni, in possesso di una certa esperienza nella gestione di attività sportive. I temi trattati durante il corso – articolato secondo diverse modalità di approfondimento – vanno dagli obiettivi e strategie dell’istituzione in oggetto al contesto di relazioni in cui questa realtà opera, dalla gestione economica e finanziaria all’organizzazione delle risorse umane, dalla normativa contrattualistica ai profili di marketing. «I vari aspetti sono interconnessi tra loro per dare una visione realmente a 360 gradi della gestione di un’istituzione sportiva», chiarisce De Laurentis.Il secondo corso si rivolge invece a persone più giovani, impegnate in imprese produttrici di articoli sportivi, organizzatrici di eventi o gestori di impianti, agenzie di comunicazione, nonché addette ai settori commerciali e marketing di club, leghe, federazioni o enti no profit.Entrambi i corsi saranno completati da una serie di brevi workshop e da un’attività di ricerca sui temi oggetto delle lezioni. «Una delle caratteristiche fondamentali dell’Academy – precisa De Laurentis – è proprio quello di sviluppare un lavoro di ricerca ad hoc, in modo assolutamente complementare e integrativo. Tutte le attività potranno contare sulla collaborazione e sulla competenza specifica di Rcs Sport».Negli ultimi anni, sia il mondo dello sport (pensiamo a Calciopoli), sia quello del management hanno assistito alle rovinose conseguenze di gestioni spregiudicate, per non dire scellerate. Quale spazio riserverà l’Academy all’etica della gestione e dei comportamenti? «In un progetto che mira a offrire un servizio di qualità, questa “voce” non può essere trascurata – sottolinea De Laurentis -. Anzi, sarà totalmente integrata negli insegnamenti. Perché un’attività non condotta eticamente risulta, oltre che immorale, anche economicamente improduttiva». Corsi in aprile e settembre – La Sport Business Academy ha sede presso la Sda Bocconi. Il primo corso, “Sport manager”, inizierà in aprile e sarà strutturato in 12 giornate di formazione in aula, affiancate da esperienze in aziende e tavole rotonde tematiche, e integrate da una parte di insegnamento a distanza; la formazione sarà mirata al singolo partecipante, con progetti individualizzati sulla base delle esigenze personali. Il secondo corso, centrato su marketing, sponsorizzazioni e organizzazioni sportive, partirà in settembre; sua peculiarità saranno gli study tours realizzati con la collaborazione e in concomitanza con i grandi eventi organizzati da Rcs Sport, come il Giro d’Italia. Info: www. sportbusinessacademy.it �

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi