Al via il torneo promosso dalla "rosea" per far divertire e sognare i campioni del futuro


Redazione

Scatta dall’1 aprile la seconda edizione della Gazzetta Cup, torneo di calcio a 7 rivolto ai ragazzi nati tra il 1997 e il 2001, promosso dalla Gazzetta dello Sport con la partnership del Centro Sportivo Italiano. Il torneo ha l’obiettivo di sostenere il diritto al gioco, la sfida con se stessi prima che con gli avversari, la lealtà unita all’agonismo e il divertimento quale componente principale.
Il torneo, a partecipazione libera e gratuita – può partecipare chiunque: dai compagni di scuola ai compagni di squadra, dai giovani campioni esperti ai calciatori alle prime armi – è strutturato in tre fasi.
Fase interna: dall’1 aprile al 16 maggio saranno organizzati tornei di qualificazione sul territorio per le categorie Junior (1997/1999) e Young (1999/2001); accedono alla “Fase cittadina” le migliori squadre delle “Fasi interne” fino a 16 squadre per categoria.
Fase cittadina: le “Fasi cittadine” verranno disputate dal 22 maggio al 13 giugno a Milano, Torino, Padova, Reggio Emilia, Roma, Napoli, Bari e Catania; verranno dunque coinvolte, in ogni città, 32 squadre (16 per categoria) che si contenderanno l’accesso alla Fase nazionale.
Fase nazionale: si svolgerà a settembre e coinvolgerà le 16 squadre qualificate; ogni città infatti parteciperà con due squadre (una per categoria) che arriveranno a vivere una giornata all’interno del Centro Tecnico Federale di Coverciano, location della finale della Gazzetta Cup.
Integrerà il torneo un’iniziativa dal nome “Il Mondiale che vorrei” attraverso la quale i giovani calciatori saranno invitati a realizzare un lavoro mettendo in gioco tutta la loro fantasia. Scatta dall’1 aprile la seconda edizione della Gazzetta Cup, torneo di calcio a 7 rivolto ai ragazzi nati tra il 1997 e il 2001, promosso dalla Gazzetta dello Sport con la partnership del Centro Sportivo Italiano. Il torneo ha l’obiettivo di sostenere il diritto al gioco, la sfida con se stessi prima che con gli avversari, la lealtà unita all’agonismo e il divertimento quale componente principale.Il torneo, a partecipazione libera e gratuita – può partecipare chiunque: dai compagni di scuola ai compagni di squadra, dai giovani campioni esperti ai calciatori alle prime armi – è strutturato in tre fasi.Fase interna: dall’1 aprile al 16 maggio saranno organizzati tornei di qualificazione sul territorio per le categorie Junior (1997/1999) e Young (1999/2001); accedono alla “Fase cittadina” le migliori squadre delle “Fasi interne” fino a 16 squadre per categoria.Fase cittadina: le “Fasi cittadine” verranno disputate dal 22 maggio al 13 giugno a Milano, Torino, Padova, Reggio Emilia, Roma, Napoli, Bari e Catania; verranno dunque coinvolte, in ogni città, 32 squadre (16 per categoria) che si contenderanno l’accesso alla Fase nazionale.Fase nazionale: si svolgerà a settembre e coinvolgerà le 16 squadre qualificate; ogni città infatti parteciperà con due squadre (una per categoria) che arriveranno a vivere una giornata all’interno del Centro Tecnico Federale di Coverciano, location della finale della Gazzetta Cup.Integrerà il torneo un’iniziativa dal nome “Il Mondiale che vorrei” attraverso la quale i giovani calciatori saranno invitati a realizzare un lavoro mettendo in gioco tutta la loro fantasia. I numeri – Squadre: 1500Ragazzi partecipanti: 15 milaIncontri in programma: 2500Età: 9 -13 anni

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi