Redazione

Sono ventidue le squadre iscritte al Giro 2005. Oltre agli italiani, ci saranno svizzeri, francesi, spagnoli, portoghesi, belgi, olandesi, lussemburghesi, tedeschi, austriaci, danesi, svedesi, norvegesi, finlandesi, croati, sloveni, estoni, kazaki, cechi, polacchi, russi, ucraini, inglesi, statunitensi, canadesi, messicani, colombiani, argentini, venezuelani e persino australiani e neozelandesi. Per un totale di 197 corridori.

Il Giro recupera così una dimensione autenticamente internazionale, a tutto beneficio dell’interesse verso la corsa anche dall’estero e di una accresciuta competitività. La vittoria finale sarà una questione tutta italiana, ma non mancheranno protagonisti stranieri.

Buone cose in classifica potranno fare lo spagnolo Beloki (tre volte sul podio al Tour) e l’ucraino Honchar (secondo al Giro 2004). Zabel, McEwen e Steels fronteggeranno Petacchi nello sprint, mentre colpi di mano potrebbero venire dagli esperti O’Grady (australiano), Kirsipuu (estone) e Rous (francese) e dal giovane olandese Dekker.

Le salite esalteranno sicuramente i corridori di lingua latina: gli spagnoli Zubeldia e Aitor Gonzalez, i colombiani Parra e Gonzalez, il messicano Perez Cuapio. Tra questi nomi potrebbe uscire il vincitore della classifica del Gran Premio della Montagna.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi