Il Csi sarà presente all'appuntamento di Bari con una serie di iniziative finalizzate a comunicare i valori educativi dello sport: tornei, stand, testimonianze di campioni e una ideale staffetta con Gerusalemme


Redazione

Una serie di iniziative finalizzate a comunicare i valori educativi
dell’attività sportiva: tornei, stand, testimonianze di campioni
e una “staffetta” che collegherà idealmente a Gerusalemme

Domenica Tempo di Sport, Tempo di Festa: così si traduce per il Centro Sportivo Italiano il tema del Congresso Eucaristico Nazionale “Senza la Domenica non possiamo vivere” (Bari 21/29 maggio). La Domenica è giorno del Signore, gelosamente custodito e promosso dalla Chiesa, ma anche giorno dell’uomo, e per questo tempo di festa, di vitalità, di convivialità e, contemporaneamente, di spiritualità.

Da sempre il Csi promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale , ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. In questo contesto il Csi è impegnato a contrastare il tempo della Domenica come tempo ozioso, evasivo e vuoto, e a qualificare la storia degli uomini attraverso attività ludiche, sportive, solidali. La Domenica costituisce per il Csi il cardine per valorizzare i circa 8000 tornei che ogni anno vengono organizzati.

Anche il Csi parteciperà attivamente al Congresso Eucaristico con una serie di iniziative finalizzate a comunicare i valori educativi dello sport, rivolte in particolar modo agli studenti delle scuole superiori e ai giovani degli oratori e delle parrocchie pugliesi.

Nei pressi del complesso della Fiera del Levante, sede del Cen, sarà allestito il Villaggio dello Sport, una struttura mobile che curerà l’animazione sportiva attraverso la realizzazione di tornei di pallavolo, pallacanestro, calcio a 5 e calcio-balilla umano. Si giocherà tutto il giorno e anche alla sera.

Una manifestazione particolare sarà quella dei “Centro metri per la pace”. Il Villaggio dello Sport ospiterà una pista di atletica lunga 100 metri, sulla quale si disputerà una corsa a staffetta che in 60 ore coprirà la distanza di 3800 km, quella che separa Bari da Gerusalemme. Ogni partecipante, percorrendo un giro di pista, contribuirà a unire idealmente il capoluogo pugliese con la Città Santa. Tutti saranno invitati a donare un euro, che verrà devoluto per la realizzazione di un progetto di solidarietà in Palestina.

“Campioni nello sport, campioni nella vita”, inoltre, è il “contenitore” nel quale troveranno posto le testimonianze di alcuni sportivi. Si tratta di tre brevi talk-show (ripetuti due volte) nei quali alcuni campioni dello sport (il pallavolista Roberto Masciarelli, i pallanuotisti Maddalena Musumeci e Francesco Attolico) racconteranno la loro esperienza e dialogheranno con i giovani (saranno presenti studenti delle scuole di Bari). Nel corso degli incontri sarà anche presentata la collana di libri del Csi “Per sport”.

All’interno dell’area fieristica sarà infine presente uno stand con il “Progetto Oratorio”, mentre la presenza del motor-home del Csi e di alcuni animatori permetterà di “provocare” i giovani per diventare volontari nello sport (allenatori, arbitri, animatori…) e di stimolare gli studenti a diventare protagonisti nello sport a scuola attraverso la proposta del Circolo Culturale Sportivo Studentesco.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi