Redazione

Arriva ancora dallo slittino la quarta medaglia per l’Italia.
Discesa femminile alla Dorfmeister, azzurre lontane dalle prime

Nel giorno in cui la discesa libera femminile non regala grandi soddisfazioni all’Italia, è ancora il ghiaccio ad arricchire il medagliere azzurro. Il quarto alloro è il bronzo conquistato nello slittino doppio dall’equipaggio formato da Oswald Haselrieder e Gerhard Plankenstainer.

Nella prova delle donne-jet, condizionata dai numerosi incidenti della vigilia e dall’assenza della Kostelic, l’austriaca Michaela Dorfmeister, dominatrice stagionale della specialità, ha coronato il sogno olimpico personale e del suo Paese, che aspettava questo oro dal 1980, quando a Lake Placid vinse Annemarie Moser-Proll. Alle spalle della Dorfmeister la sorprendente svizzera Schild e la svedese Paerson, che dà così credito al suo obiettivo di giungere sul podio in tutte le gare. E le azzurre? Bene Nadia Fanchini, decima; discreta Lucia Recchia, tredicesima (ma il 4° tempo in prova faceva sperare in qualcosa di più); lontane dalle prime Elena Fanchini e Daniela Merighetti.

Sull’anello dello slittino, invece, la grande prova di Haselrieder e Plankenstainer. I due azzurri, quinti dopo la prima manche, sono arrivati terzi nella gara vinta dalla coppia austriaca formata da Andreas e Wolfgang Ginger, davanti ai tedeschi Andre Florschutz e Torsten Wustlich.

La variazione delle condizioni del ghiaccio ha consentito anche all’altra coppia azzurra Oberstolz-Gruber, penalizzata da una serie di errori nella prima manche in cui si era classificata nona, di risalire nella seconda prova sino alla quinta piazza. (m.c.)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi