All’Olimpico la Partita Interreligiosa, nella quale calciatori di oggi e di ieri, in rappresentanza di culture e religioni diverse, dimostreranno come lo sport possa veicolare un messaggio di fratellanza

partita per la pace

Questa sera, alle 20.45, allo Stadio Olimpico di Roma si gioca la Partita Interreligiosa Per la Pace, che coinvolge un’ampia selezione dei migliori calciatori di oggi e di ieri a livello mondiale, in rappresentanza di culture e religioni diverse: buddista, cristiana (cattolica, protestante, evangelica), ebraica, induista, musulmana, shintoista. Un’occasione unica per dimostrare quanto lo sport, il grande calcio in particolare, possa veicolare un messaggio di fratellanza e condivisione che unisca tutti i popoli nel nome della Pace. I campioni impegnati sul campo daranno vita a un’esibizione che unirà simbolicamente tutto il pianeta all’insegna del più autentico spirito sportivo dedicando al contempo un momento di riflessione sull’importanza della Pace nel mondo.

La manifestazione gode del patrocinio del Centro Sportivo Italiano, oltre a quelli di Fifa, Coni, Figc, Lega Serie A, Roma Capitale, Fao. Sarà trasmessa in diretta tv da Rai 1 e in diretta radiofonica su Rai Radio Uno.

«Questa partita – spiega il presidente del Csi Massimo Achini – rappresenta davvero un’occasione unica per dimostrare quanto lo sport, il grande calcio in particolare, possa veicolare un messaggio di fratellanza e condivisione che unisca tutti i popoli nel nome della Pace. Dare il patrocinio a questa partita per noi è un onore, un piacere, ma soprattutto una responsabilità e un impegno. Lo scorso 7 giugno Papa Francesco (in occasione dell’incontro per i 70 anni del Csi) ci ha invitato a giocare in attacco nella vita, non avendo paura di essere testimoni nella vita del Vangelo. Ogni settimana in tutti gli oratori d’Italia giocano insieme ragazzi di differenti religioni, culture, etnie e colori della pelle. É bellissimo vedere come un pallone davvero riesca ad abbattere ogni barriera, avvicinando ogni distanza e unisca con forza ciò che a volte sembra difficile far convivere. Per i ragazzi vedere tanti campioni in campo per un messaggio come questo è importantissimo, come lo è per l’intera umanità. Per questo vorrei far arrivare a tutti i campioni che giocheranno lunedì sera anche il ringraziamento del Csi. Noi, nel nostro piccolo, continueremo ad operare perché lo sport sia sempre strumento di educazione alla vita, alla pace ed alla fratellanza in ogni campetto di periferia, d’oratorio in ogni angolo d’Italia e del mondo».

Lo Stadio Olimpico di Roma sarà collegato in diretta televisiva, web e radiofonica, ai media di tutti i continenti. I proventi dell’iniziativa – ispirata personalmente da Papa Francesco e organizzata da Scholas Occurrentes e Fondazione PUPI – sono destinati interamente al finanziamento del progetto “Un’Alternativa di Vita” che offrirà a migliaia di bambini e ragazzi di Buenos Aires un sostegno concreto, strutturato e continuativo e promuoverà lo sviluppo della Rete delle Scuole per l’Incontro.

I protagonisti

Il neo tecnico della nazionale argentina Gerardo “Tata” Martino e il manager dell’Arsenal Arsène Wenger avranno il compito di selezionare le due formazioni, partendo da una rosa di oltre 50 calciatori del presente e del recente passato: Andrea Pirlo, Andrea Ranocchia, gli spagnoli Mikel Arteta e Andrés Palop Cervera, Andrey Shevchenko, l’ex giocatore ed attuale allenatore argentino Antonio Mohamed, il brasiliano Marcos Antonio Senna Da Silva, il cileno Arturo Vidal, il colombiano Carlos Valderrama, gli israeliani Yossi Benayoun, Dudu Aouate e Tomer Hemed, Damiano Tommasi, David Trezeguet, il capitano dell’Etiopia Degu Debebe Gebreyes, Diego Lugano, Fredy Guarìn, l’allenatore dell’Atlético Madrid Diego Pablo Simeone, l’islandese Emil Hallfreðsson, gli argentini Esteban Cambiasso, Fernando Tissone, Ezequiel Schelotto, Mauro Icardi, Ezequiel Lavezzi, il portiere Juan Pablo Carrizo, Juan Iturbe, Ricky Alvarez, Lionel Messi, Javier Mascherano, Maxi Rodríguez, Cristian Ledesma. Ci saranno anche: Fernando Muslera, il nuovo tecnico del Milan Filippo Inzaghi, Yuto Nagatomo, Gabriel Heinze, Jose Chamot, Luca Toni, Lucas Podolski, il neo Campione del Mondo Mesust Ozil, Nicola Legrottaglie, Radja Nainggolan, Roberto Baggio, Ronaldinho, Samuel Eto’o, Stefano Mauri, Sulley Muntari e Belozoglu Emre, Ivan Zamorano e Ivan Córdoba.

Le squadre avranno i nomi delle realtà promotrici della serata, PUPI e SCHOLAS, e saranno guidate da due campioni d’eccezione: Javier Zanetti e Gianluigi Buffon, entrambi capitani delle rispettive selezioni nazionali.

Nell’intervallo della partita lo stadio esulterà con l’esibizione dell’idolo delle teenagers, la cantante e attrice argentina Tini Stoessel – popolare interprete della serie televisiva Violetta – e del cantautore italiano Nek che proporrà quattro canzoni.

Info: www.matchforpeace.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi