Nella sede della Provincia di Milano incontro in occasione della presentazione del libro “Chiamarlo Amore non si può”, in cui 23 scrittrici raccontano ai ragazzi e alle ragazze come far fronte a questi abusi

violenza donne

Lunedì 25 novembre, alle 11, nella Sala Consiglio della Provincia di Milano (via Vivaio 1, in occasione dell’uscita del libro Chiamarlo Amore non si può (Mammeonline), si terrà un incontro per parlare dell’importanza dell’educazione e dei modelli culturali nella prevenzione della violenza sulle donne. Partecipano le cinque autrici dell’area di Milano che hanno aderito al progetto: Alessandra Berello, Fulvia Degl’Innocenti, Daniela Palumbo, Elena Peduzzi, Chiara Segrè. Insieme alle scrittrici intervengono operatori del settore che testimoniano quotidianamente il loro impegno a fianco delle donne maltrattate, in particolare: Nadia Muscialini, responsabile del Soccorso Rosa presso l’ospedale San Carlo Borromeo; Gaia Avella, psicologa, vittima di violenza psicologica a sua volta, oggi sostiene professionalmente le donne che hanno subìto violenza. Modera l’incontro Donatella Negri, del Tg3 Rai Lombardia.

Chiamarlo Amore non si può è un libro dedicato alle ragazze e ai ragazzi. Ma non è un libro Contro, è un libro Per: per le ragazze e i ragazzi pre e adolescenti che vanno incontro ai primi innamoramenti, ai sentimenti e al rapporto con l’altro sesso. È qui – in una stagione di vita controversa, meravigliosa e maledetta come solo l’adolescenza può essere – che è importante introdurre, oggi più che mai, il tema della prevenzione della violenza sulle donne, perché è in questi anni che si costruisce l’identità di genere e che mettono radici quei modelli culturali che in una certa misura legittimano i soprusi. I racconti del libro alternano toni aspri e drammatici, a toni malinconici e fiabeschi, storie di violenza fisica a meccanismi di sudditanza psicologica. 23 voci diverse per dire, insieme, no alla violenza sulle donne.

Il titolo del libro è tratto dalla canzone La Fata, di Edoardo Bennato, la cui dedica a tutte ledonne è presente nella prima pagina. Le autrici e l’editrice hanno scelto di devolvere all’Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo i compensi della vendita del libro: www.aidos.it

Chiamarlo Amore non si può è scritto da Anna Baccelliere, Alessandra Berello, Rosa Tiziana Bruno, Fulvia Degl’Innocenti, Ornella Della Libera, Giuliana Facchini, Ilaria Guidantoni, Laura Novello, Isabella Paglia, Daniela Palumbo, Elena Peduzzi, Cristiana Pezzetta, Annamaria Piccione, Manuela Piovesan, Livia Rocchi, Maria Giuliana Saletta, Chiara Segrè, Luisa Staffieri, Annalisa Strada, Pina Tromellini, Pina Varriale, Laura Walter, Giamila Yehya.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi