Partito “Agevola Credito 2013”, con 1,6 milioni stanziati dalla Camera di Commercio e 200 mila euro dal Comune di Milano

di Cristina CONTI

Palazzo Marino

Un milione e 800 mila euro per le piccole e medie imprese milanesi che hanno bisogno di credito. È partito il bando “Agevola Credito 2013” dedicato alle attività che hanno sede a Milano. Oltre allo stanziamento di 1,6 milioni da parte della Camera di Commercio e di 200 mila euro dal Comune di Milano, ci saranno anche particolari agevolazioni per le operazioni di patrimonializzazione: contributi in abbattimento totale del tasso di interesse, a fondo perduto, nel caso di aumento del capitale sociale, e abbattimento del 50% del costo della garanzia prestata da un consorzio o cooperativa di garanzia fidi.

Tra le agevolazioni del bando ci sono tra l’altro 800 mila euro destinati all’erogazione di contributi in conto abbattimento tassi di interesse per programmi di investimenti produttivi, di cui 600 mila euro stanziati dalla Camera di commercio e 200 mila dal Comune del capoluogo lombardo. «Grazie a questo bando vogliamo proseguire nell’attenzione che l’Amministrazione pone al problema dell’accesso al credito, mettendo a disposizione delle imprese risorse utili agli investimenti – aggiunge Cristina Tajani, assessore alle Politiche per il Lavoro -. Un contributo che, in questo particolare momento di congiuntura economica, può rappresentare una boccata d’ossigeno per molte realtà imprenditoriali».

Un’impresa su quattro avrebbe bisogno di credito, il 16% l’ha chiesto negli ultimi tre mesi, ma solo il 7% l’ha ottenuto. I dati su questo tema resi noti dal rapporto “economi” dell’ufficio studi della Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con Ipsos, mettono in luce una realtà ancora molto difficile. «Occorre un impegno condiviso per rafforzare la capacità del nostro tessuto imprenditoriale di investire sul proprio sviluppo attraverso la necessaria disponibilità di credito – spiega Pier Andrea Chevallard, segretario generale della Camera di Commercio di Milano -. Stiamo realizzando una serie di iniziative proprio per aiutare le imprese in questo percorso».

Per richiedere i contributi le imprese dovranno presentare la documentazione necessaria a un consorzio di fidi o confidi convenzionato con la Camera di Commercio ed elencato nel bando (info: www.mi.camcom.it).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi