Un evento, giunto alla sua ventesima edizione, che vuole portare l’attenzione sul problema della povertà, dell’emarginazione sociale e delle persone che vivono in strada

Notte_dei_senza_dimora-cred

Sabato 19 ottobre torna «La Notte dei Senza Dimora», che quest’anno giunge alla sua ventesima edizione. L’iniziativa ha lo scopo di riportare l’attenzione sul problema della povertà, dell’emarginazione sociale e delle persone senza dimora e invita tutti i cittadini a condividere con loro, almeno per una notte, piatto e sacco a pelo.
Quest’anno, per i suoi 20 anni, La Notte dei Senza Dimora si presenta con una formula rinnovata: durante tutta la giornata di sabato 19 ottobre, infatti, verranno proposti laboratori, visite guidate e incontri, che hanno lo scopo di accorciare le distanze, creare informazione e momenti di condivisione tra persone con e senza dimora. Alle ore 20 verrà servita la cena gratuita, offerta dalle associazioni, un momento in cui persone con e senza dimora potranno condividere un pasto caldo, assistere a spettacoli musicali a cura di musicisti di strada, giocare a scacchi e altri giochi di società. La giornata avrà il suo culmine nella dormita all’aperto, muniti di sacco a pelo, per condividere almeno per una notte la condizione di chi una casa non ce l’ha.

L’evento rappresenta anche un momento importante di confronto fra cittadini e associazioni che si occupano di assistenza e reinserimento di persone in difficoltà.
Sabato alle 9.30 a Palazzo Marino, in Sala Alessi, si terrà l’incontro “La strada di casa: le relazioni di comunità nel lavoro con le persone senza dimora”. Verranno presentati esempi concreti di attività pensate per i senza dimora e aperte gratuitamente a tutti, dai corsi di meditazione yoga ai gruppi di lettura in biblioteca, che diventano una risorsa anche per il territorio e le comunità di quartiere. A cura di Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci, Fondazione LUVI, fio.PSD e Insieme nelle Terre di mezzo Onlus.

Tanti anche i laboratori previsti per tutta la giornata, aperti alle persone con e senza dimora, diffusi per la città.

Giorgio Fontana, Premio Campiello 2014, alle 15 terrà un laboratorio di scrittura creativa (via Santa Croce, 15); chi vorrà scoprire una Milano inedita e attraverso gli occhi di un senza dimora, potrà partecipare alla visita guidata “Milano invisibile” (alle ore 16, partenza da p.zza Sant’Eustorgio), per conoscere una città insolita attraversando luoghi della povertà, dell’emarginazione ma anche della solidarietà. A cura dell’Associazione Gatti Spiazzati. E ancora arte, teatro, yoga, fotografia e persino un workshop per imparare a scrivere il curriculum vitae e affrontare un colloquio di lavoro, per fornire degli strumenti validi che favoriscano il reinserimento nel mondo del lavoro anche a chi si trova in stato di difficoltà.

Anche piazza Sant’Eustorgio sarà animata da musica e laboratori: dalle 15 si potrà partecipare a sessioni di knitting solidale per imparare a lavorare a maglia, e laboratori di riciclo creativo per realizzare portafogli, borse e molto altro utilizzando materiali di scarto. Sarà possibile inoltre imparare a riparare la propria bicicletta grazie alla presenza, dalle 16, dei volontari di Ciclochard e Associazione Mi-raggio.
Per chi desidera dare un piccolo contributo concreto, potrà portare in piazza dentifricio, sapone, spazzolino e pettine che verranno inseriti nei kit igienici che le associazioni consegneranno ai senza dimora.

Alle 18.30 verranno assegnati i riconoscimenti per il “Premio Isacchi Samaja”, organizzato in memoria di Amelia Isacchi Samaja, fondatrice dell’omonima Fondazione, dedicato agli artisti che vivono in strada, per le seguenti categorie: narrativa e poesia (racconti e poesie), arti figurative (pittura, scultura) e fotografia (soggetto a tema libero). La premiazione sarà accompagnata dal coro “Cor Unum” di Casa dell’Accoglienza Enzo Jannacci.

La serata prosegue con la cena offerta dalle associazioni organizzatrici, musica giochi di società e poi tutti sono invitati a fermarsi a dormire in piazza, muniti di sacco a pelo, per condividere almeno per una notte, la condizione di chi una casa non ce l’ha.

Gli incontri e i laboratori sono gratuiti e su prenotazione. Ci si può iscrivere compilando il form sul sito lanottedeisenzadimora.org. Maggiori dettagli su orari e luoghi nella scheda dedicata al programma.

L’evento è organizzato da una rete di associazioni: Insieme nelle Terre di mezzo Onlus, Fondazione Isacchi Samaja ONLUS, Opera Cardinal Ferrari, Ronda Carità e Solidarietà, MIA-Milano In Azione, VOCI-Volontari Cittadini, Progetto Fondazione Arca, Croce Rossa Italiana-Comitato di Milano, Associazione Avvocato di Strada Onlus, Associazione MIRaggio, CAST, SOS Milano, Casa della Carità, fio.PSD, Anime Bisognose, La compagnia della polenta, Cena dell’amicizia, Papa Giovanni XXIII, Fondazione Fratelli di San Francesco, Amici di Gastone, Effatà, FIDES-ONLUS Casa degli amici, Caritas Ambrosiana, SOS Stazione Centrale-Fondazione Exodus.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi