Da www.ildialogodimonza.it la testimonianza di una studentessa impegnata come volontaria nell’attività ideata da don Gino Rigoldi a favore dei piccoli orfani romeni

bambini in romania

I giovani italiani non amano fare volontariato, come attestano le ultime rilevazioni del Rapporto curato dall’Istituto Toniolo. Una storia in controtendenza è quella di Eleonora Ticca, studentessa universitaria di 21 anni, che su www.ildialogodimonza.it porta una coinvolgente testimonianza sulla esperienza da lei intrapresa nell’ambito di “Bambini in Romania”, la onlus creata da don Gino Rigoldi a favore dei piccoli orfani del Paese dell’Est europeo.

Arrivata «per caso, attraverso il passaparola di amici di amici, con la supponenza e la presunzione di una 17enne che aveva voglia di fare “qualcosa di diverso” dalla solita routine milanese», Eleonora si è imbattuta in una realtà molto differente da quella che si attendeva: «Di fronte a quei visi che non sapevo interpretare, a quelle manine che non sapevo come prendere, a quegli sguardi che è stato così difficile intercettare, mi sono sentita impotente… Sembra assurdo, ma sono stati loro, i bambini, che mi hanno presa per mano… Ho conosciuto parti di me che non credevo di possedere, ho scoperto forze e riconosciuto limiti… mi sono sentita di essere nel posto giusto al momento giusto…». E ora «non mi immagino più un’estate senza Romania, perché con loro mi sento davvero me stessa, perché voglio vederli ridere e perché voglio credere che, in fondo, un pezzettino della loro infanzia gliela possiamo restituire». 


Leggi l’articolo integrale

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi