I rappresentanti delle associazioni impegnate nel settore: occorre garantire la continuità del servizio

scuola

Giovedì 10 ottobre si è riunito il gruppo tecnico di lavoro delle scuole dell’infanzia paritarie della città di Milano, convocato dall’assessore Francesco Cappelli, a cui partecipano, con i funzionari dell’Assessorato, i rappresentanti delle associazioni Amism-Fism, Age Lombardia, Agesc Milano, CdO Opere Educative Foe Milano, Arcidiocesi di Milano, Fidae Lombardia, Comitato Politico Scolastico, per proseguire l’analisi dei problemi sorti dalla decisione del Comune di Milano di ridurre drasticamente le risorse destinate alle scuole dell’infanzia paritarie, al fine di predisporre concrete proposte al Consiglio comunale in occasione del dibattito, e delle conseguenti decisioni, sul bilancio comunale.

Pur trovando un rinnovato accordo su principi condivisi quali:
1) tutti i bambini sono uguali e non vi debbono essere discriminazioni nella erogazione dei servizi a seconda della scuola pubblica frequentata: comunale, statale o paritaria;
2) le scuole dell’infanzia paritaria della città di Milano e le scuole comunali fanno parte dello stesso sistema pubblico integrato;
le associazioni esprimono una forte preoccupazione circa il rischio che si compiano interventi le cui conseguenze potrebbero avere gravi ripercussioni sull’attività stessa delle scuole paritarie.

Le associazioni auspicano che il Consiglio comunale, in sede di approvazione del bilancio, trovi una soluzione per garantire in particolare il servizio nel corrente anno scolastico, onde evitare che le scuole debbano rompere il patto sottoscritto con le famiglie all’atto dell’iscrizione o debbano assorbire loro stesse i costi non preventivati, in quanto assicurati dalla precedente convenzione.

Infatti, nonostante la buona volontà espressa dall’Assessore negli incontri di lavoro da maggio in avanti, potrebbe essere sospesa l’erogazione di derrate alimentari, a oggi garantita fino al 30 ottobre, a causa della ritardata approvazione del bilancio prevista per il 30 novembre 2013; inoltre, i tagli di bilancio non consentirebbero oggi di ipotizzare risorse per garantire l’erogazione delle stesse fino a fine anno scolastico, ossia giugno 2014.

Se a causa dei tagli, molte scuole dell’infanzia paritarie, già in situazioni economiche difficili, non riuscissero a sopportare questo ulteriore aggravio economico e fossero costrette a chiudere, l’Amministrazione comunale dovrà farsi carico del servizio a questi bambini che oggi frequentano le scuole paritarie, per altro con un costo decisamente superiore a quello sostenuto in questo momento per le scuole stesse. A essere messo in crisi sarebbe l’intero sistema, che oggi si regge sull’integrazione tra soggetti pubblici e paritari. Da fonti di stampa si è anche appreso che nell’anno scolastico corrente sono già 244 i bambini in lista di attesa per entrare nelle scuole d’infanzia comunali. Potrebbe il Comune farsi carico anche di quelli che non si iscriveranno più alle scuole paritarie?

Le associazioni continueranno volentieri ad offrire la loro disponibilità a collaborare con l’assessore Cappelli e i suoi funzionari per trovare soluzioni che tengano conto dell’attuale momento di crisi e dei sacrifici economici richiesti a tutti; nel contempo, si attiveranno per sensibilizzare tutto il Consiglio comunale affinché vengano prese decisioni politiche coerenti alla valorizzazione del sistema pubblico integrato che, applicando il principio di sussidiarietà, porterebbe anche produrre un risparmio economico per il bilancio comunale, pur garantendo parità di servizi a tutti i cittadini.

Amism-Fism
(Associazione milanese scuole materne che aderisce alla federazione italiane sella scuole materne)
Age Lombardia
(Sezione lombarda dell’Associazione Italiana genitori che riunisce i genitori i cui figli frequentano la scuola pubblica statale)
Agesc Milano
(Sezione milanese dell’associazione dei genitori delle scuole pubbliche paritarie cattoliche)
CdO Opere Educative Foe Milano
(Federazione delle opere educative della Compagnia delle Opere)
Arcidiocesi di Milano
(Scuole parrocchiali)
Fidae Lombardia
(Federazione che riunisce gli istituti educativi cattolici della Lombardia)
Comitato politico scolastico
(Organismo di coordinamento delle scuole pubbliche paritarie laiche)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi