Concerti, mostre, teatro, parole e musica: sono 60 gli eventi in programma nel mese di maggio a Milano e nella Diocesi nell'ambito dell'iniziativa "Primavera di cultura 2010". Organizzata dal Servizio per il Coordinamento dei Centri culturali cattolici della Diocesi di Milano, è stata presentata oggi alla stampa nella sala conferenze della Curia Arcivescovile

3400 - incroci
Redazione Diocesi

Concerti, mostre, teatro, parole e musica: sono 60 gli eventi in programma nel mese di maggio a Milano e nella Diocesi ambrosiana per la “Primavera di cultura 2010”, che è stata presentata oggi alla stampa nella sala conferenze della Curia Arcivescovile di Milano. L’iniziativa, sul tema “La sfida educativa”, è promossa dal Coordinamento dei Centri culturali cattolici e dalla Diocesi di Milano.
All’incontro con i giornalisti sono intervenuti monsignor Franco Giulio Brambilla, Vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Milano, monsignor Giovanni Balconi, responsabile del Servizio per il Coordinamento dei Centri culturali cattolici della Diocesi di Milano, Massimiliano Finazzer Flory, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Massimo Buscemi, Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lombardia, e Bruno Dapei, Presidente del Consiglio provinciale di Milano.
«La costruzione di identità personali – ha detto monsignor Franco Giulio Brambilla presentando la rassegna culturale – è una sfida che chiama in causa tutti, cattolici e laici insieme. È la sfida educativa dei prossimi anni. Ci sono cinque filoni in questo programma che oggi presentiamo, che toccano tutte le forme espressive. Oggi non ci si può limitare al solo uso della parola, ma occorre abituarsi anche ai linguaggi delle emozioni e alle altre forme di espressione».
Il calendario di “Primavera di cultura 2010” racchiude 60 incontri raccolti in cinque diverse aree tematiche: concerti e cori, mostre, teatro, incontri di parole e musica e, infine, un percorso archeologico.
«Queste numerose iniziative – ha sottolineato l’assessore Massimiliano Finazzer Flory – mettono in gioco tematiche decisive come il rapporto tra fede e ragione. Il Comune di Milano é presente in questo calendario con una serie di progetti tra i quali vorrei ricordare gli appuntamenti con la poesia, a Villa Clerici con Roberto Mussapi e al Battistero del Duomo con Franco Loi».
Gli eventi, tutti gratuiti al pubblico, prenderanno il via sabato 8 maggio e si protrarranno fino al 6 giugno e avranno luogo a Milano e in diversi comuni del territorio della Diocesi ambrosiana. L’iniziativa ha anche il patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Milano.
«Anche Regione Lombardia – ha voluto ribadire Massimo Buscemi, neo assessore regionale alla Cultura – condivide questo percorso culturale ricco di iniziative e di suggestioni. Questo ricco programma culturale ci dice ancora una volta come la Diocesi di Milano sia, sul piano culturale ma non solo, straordinariamente aperta alle nuove forme di espressione, ai nuovi linguaggi, ai saperi».
Tra gli appuntamenti in programma si segnala – in particolare – il Convegno annuale dei Centri culturali cattolici della Diocesi di Milano, che si terrà sabato 15 maggio a Milano presso l’Auditorium di Assolombarda (via Pantano, 9), al quale interverrà il cardinale Camillo Ruini.
I Centri culturali cattolici in Diocesi di Milano sono circa 300 e il numero è in costante aumento: «Non sono aperti soltanto ai credenti – ha sottolineato monsignor Balconi – ma si rivolgono a tutte le persone. La cultura cattolica può, infatti, offrire un apporto alla vita dell’intera città e allo sviluppo dell’individuo». (n.p) Concerti, mostre, teatro, parole e musica: sono 60 gli eventi in programma nel mese di maggio a Milano e nella Diocesi ambrosiana per la “Primavera di cultura 2010”, che è stata presentata oggi alla stampa nella sala conferenze della Curia Arcivescovile di Milano. L’iniziativa, sul tema “La sfida educativa”, è promossa dal Coordinamento dei Centri culturali cattolici e dalla Diocesi di Milano. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti monsignor Franco Giulio Brambilla, Vicario episcopale per la cultura della Diocesi di Milano, monsignor Giovanni Balconi, responsabile del Servizio per il Coordinamento dei Centri culturali cattolici della Diocesi di Milano, Massimiliano Finazzer Flory, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Massimo Buscemi, Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lombardia, e Bruno Dapei, Presidente del Consiglio provinciale di Milano. «La costruzione di identità personali – ha detto monsignor Franco Giulio Brambilla presentando la rassegna culturale – è una sfida che chiama in causa tutti, cattolici e laici insieme. È la sfida educativa dei prossimi anni. Ci sono cinque filoni in questo programma che oggi presentiamo, che toccano tutte le forme espressive. Oggi non ci si può limitare al solo uso della parola, ma occorre abituarsi anche ai linguaggi delle emozioni e alle altre forme di espressione».Il calendario di “Primavera di cultura 2010” racchiude 60 incontri raccolti in cinque diverse aree tematiche: concerti e cori, mostre, teatro, incontri di parole e musica e, infine, un percorso archeologico. «Queste numerose iniziative – ha sottolineato l’assessore Massimiliano Finazzer Flory – mettono in gioco tematiche decisive come il rapporto tra fede e ragione. Il Comune di Milano é presente in questo calendario con una serie di progetti tra i quali vorrei ricordare gli appuntamenti con la poesia, a Villa Clerici con Roberto Mussapi e al Battistero del Duomo con Franco Loi».Gli eventi, tutti gratuiti al pubblico, prenderanno il via sabato 8 maggio e si protrarranno fino al 6 giugno e avranno luogo a Milano e in diversi comuni del territorio della Diocesi ambrosiana. L’iniziativa ha anche il patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Milano. «Anche Regione Lombardia – ha voluto ribadire Massimo Buscemi, neo assessore regionale alla Cultura – condivide questo percorso culturale ricco di iniziative e di suggestioni. Questo ricco programma culturale ci dice ancora una volta come la Diocesi di Milano sia, sul piano culturale ma non solo, straordinariamente aperta alle nuove forme di espressione, ai nuovi linguaggi, ai saperi».Tra gli appuntamenti in programma si segnala – in particolare – il Convegno annuale dei Centri culturali cattolici della Diocesi di Milano, che si terrà sabato 15 maggio a Milano presso l’Auditorium di Assolombarda (via Pantano, 9), al quale interverrà il cardinale Camillo Ruini. I Centri culturali cattolici in Diocesi di Milano sono circa 300 e il numero è in costante aumento: «Non sono aperti soltanto ai credenti – ha sottolineato monsignor Balconi – ma si rivolgono a tutte le persone. La cultura cattolica può, infatti, offrire un apporto alla vita dell’intera città e allo sviluppo dell’individuo». (n.p)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi