Elaborazione della Camera di Commercio di Milano: in aumento incassi e imprese, boom dei negozi specializzati


Redazione

Ai lombardi continua a piacere la musica, come emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2009 e 2010 e su un’elaborazione su dati Siae 2008 e 2009.
Pur registrando un calo dell’1 % del numero degli spettacoli tra il 2008 e il 2009, crescono del 2% gli ingressi e del 18% la spesa complessiva al botteghino. Tra le imprese che si occupano di musica, crescita del 3,5% tra il 2009 e il 2010, soprattutto per quanto riguarda i negozi specializzati di registrazioni audio e video, aumentati del 105,6%.
Le aziende musicali si concentrano in Milano, che vanta più delle metà delle imprese musicali della regione (52,3%), e Cremona (13%), dove si trovano 159 delle 319 aziende regionali che producono strumenti musicali, mentre Brescia è al terzo posto complessivo (7,8%).
Per quanto riguarda i settori, al primo posto si trovano le attività di registrazione ed edizione di registrazioni musicali (28,2%), seguite dalle aziende che fabbricano strumenti (24,0%) e dai rivenditori all’ingrosso di supporti registrati (16,3%). Ai lombardi continua a piacere la musica, come emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al primo trimestre 2009 e 2010 e su un’elaborazione su dati Siae 2008 e 2009.Pur registrando un calo dell’1 % del numero degli spettacoli tra il 2008 e il 2009, crescono del 2% gli ingressi e del 18% la spesa complessiva al botteghino. Tra le imprese che si occupano di musica, crescita del 3,5% tra il 2009 e il 2010, soprattutto per quanto riguarda i negozi specializzati di registrazioni audio e video, aumentati del 105,6%.Le aziende musicali si concentrano in Milano, che vanta più delle metà delle imprese musicali della regione (52,3%), e Cremona (13%), dove si trovano 159 delle 319 aziende regionali che producono strumenti musicali, mentre Brescia è al terzo posto complessivo (7,8%).Per quanto riguarda i settori, al primo posto si trovano le attività di registrazione ed edizione di registrazioni musicali (28,2%), seguite dalle aziende che fabbricano strumenti (24,0%) e dai rivenditori all’ingrosso di supporti registrati (16,3%).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi