Peruviani e italiani in processione per la tradizionale manifestazione di devozione popolare. Dopo la messa in piazza del Cannone, il corteo raggiungerà la chiesa del Corpus Domini


Redazione

Domenica 1 novembre, a Milano, si svolgerà l’ormai consueta processione del “Señor de los Milagros”, devozione popolare di origine peruviana, che in un contesto di migrazione è diventata devozione di moltissimi latino-americani e italiani. La devozione è rivolta alla sacra Imagen (immagine) del Cristo Crocifisso – risalente al XVII – disegnata da uno schiavo di origine angolana sul muro di una povera casa di Lima in Perù e sopravvissuta nei secoli a numerosi eventi naturali funesti.
La manifestazione religiosa comincerà domenica alle 10.30, con la celebrazione della messa in piazza del Cannone (viale Gadio – piazza Castello), presieduta da monsignor Luis Bambaren, Vescovo emerito di Chimbote (Perù), e concelebrata dai cappellani delle comunità latino-americane di varie città del nord Italia. La processione avrà inizio alle 12, con partenza da piazza del Cannone, e si snoderà lungo i viali del parco Sempione, fino all’uscita su via Pagano. La conclusione è prevista per le 17 presso la chiesa del Corpus Domini (via Canova 4).
La processione è organizzata dalla Hermandad del Señor de los Milagros (Hsmm) di Milano, confraternita sorta nel 1996, che dal 2008 è ufficialmente entrata a far parte delle Confraternite diocesane per approvazione del cardinale Dionigi Tettamanzi. Copia dell’Imagen è conservata presso la chiesa di Santo Stefano (piazza Santo Stefano, Milano), attuale sede della Confraternita.
La scelta di fare la processione all’interno del più famoso parco pubblico di Milano nasce dalla volontà di portare il Cristo crocifisso per le strade e in quei luoghi dove quotidianamente si vivono gioie e dolori, fatiche e successi, dove si manifestano l’accoglienza, ma spesso anche il disprezzo e il disagio. Il desiderio dell’Hsmm è mettere in luce, nell’ambito di una sentita manifestazione religiosa, il volto migliore della cultura latino-americana, in cui si fondono la gioia di vivere, il rispetto per il creato e la fede.
In preparazione alla processione, fino al 30 ottobre sarà celebrata una novena al “Señor de los Milagros” nella chiesa di Santo Stefano (ore 19.30), dove è anche allestita una mostra fotografica sulla processione del 2008. Domenica 1 novembre, a Milano, si svolgerà l’ormai consueta processione del “Señor de los Milagros”, devozione popolare di origine peruviana, che in un contesto di migrazione è diventata devozione di moltissimi latino-americani e italiani. La devozione è rivolta alla sacra Imagen (immagine) del Cristo Crocifisso – risalente al XVII – disegnata da uno schiavo di origine angolana sul muro di una povera casa di Lima in Perù e sopravvissuta nei secoli a numerosi eventi naturali funesti.La manifestazione religiosa comincerà domenica alle 10.30, con la celebrazione della messa in piazza del Cannone (viale Gadio – piazza Castello), presieduta da monsignor Luis Bambaren, Vescovo emerito di Chimbote (Perù), e concelebrata dai cappellani delle comunità latino-americane di varie città del nord Italia. La processione avrà inizio alle 12, con partenza da piazza del Cannone, e si snoderà lungo i viali del parco Sempione, fino all’uscita su via Pagano. La conclusione è prevista per le 17 presso la chiesa del Corpus Domini (via Canova 4).La processione è organizzata dalla Hermandad del Señor de los Milagros (Hsmm) di Milano, confraternita sorta nel 1996, che dal 2008 è ufficialmente entrata a far parte delle Confraternite diocesane per approvazione del cardinale Dionigi Tettamanzi. Copia dell’Imagen è conservata presso la chiesa di Santo Stefano (piazza Santo Stefano, Milano), attuale sede della Confraternita.La scelta di fare la processione all’interno del più famoso parco pubblico di Milano nasce dalla volontà di portare il Cristo crocifisso per le strade e in quei luoghi dove quotidianamente si vivono gioie e dolori, fatiche e successi, dove si manifestano l’accoglienza, ma spesso anche il disprezzo e il disagio. Il desiderio dell’Hsmm è mettere in luce, nell’ambito di una sentita manifestazione religiosa, il volto migliore della cultura latino-americana, in cui si fondono la gioia di vivere, il rispetto per il creato e la fede.In preparazione alla processione, fino al 30 ottobre sarà celebrata una novena al “Señor de los Milagros” nella chiesa di Santo Stefano (ore 19.30), dove è anche allestita una mostra fotografica sulla processione del 2008.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi